acqua-ossigenata-giardino

3+1 Problemi che puoi risolvere in Giardino con l’Acqua ossigenata

Se c’è una cosa che non manca mai in ogni casa è proprio l’acqua ossigenata! Oltre che per la cura di ferite sulla pelle, si rivela sempre più utilissima anche in casa.

Ma avreste mai pensato di utilizzarla anche in giardino? Non tutti sanno che può aiutarci per risolvere tanti problemi che riscontriamo tutti i giorni.

Ad esempio, può aiutarci a far germinare i semi delle nostre piantine più velocemente e non solo! Se possiedi una bottiglina in casa e non sai come usarla, resta connesso, perché oggi scopriamo tutti gli usi dell’acqua ossigenata in giardino!

Come fertilizzante

Effettivamente, se ci pensiamo bene l’acqua ossigenata può costituire solo un vantaggio per le nostre piante.

Come ci suggerisce già la parola, una maggiore ossigenazione porta con sé numerosi benefici, ad esempio può rendere i nostri arbusti sani e forti.

Pertanto, vi basterà aggiungere un cucchiaino di acqua ossigenata a 3,5 litri d’acqua e trasferire la soluzione in un annaffiatoio. Irrigate, dunque, tutto il giardino e ammirate il cambiamento.

Questa, infatti, potrebbe diventare una vera e propria abitudine da effettuare ogni volta che sarà necessario.

Elimina muffe e funghi

Non tutti sanno che l’acqua ossigenata può aiutarci a sradicare anche una potente minaccia per il nostro spazio verde, parliamo di muffe e funghi.

Ah dimenicavo... se ti piacciono i miei rimedi naturali puoi riceverli ogni giorno direttamente su WHATSAPP, così non te ne perderai neanche uno! Ecco come fare.. ti aspetto!

Anche comunemente noto come perossido di idrogeno, si presenta come un ingrediente che ci aiuta ad ossigenare molto meglio il terriccio.

Ciò, infatti, non farebbe altro che accelerare il processo di ossidazione di muffe e funghi, portandoci all’eliminazione totale.

In casi come questi, dunque, basta semplicemente diluire 10 cucchiai di acqua ossigenata in un litro d’acqua e trasferire la soluzione in un flacone spray aiutandovi con un imbuto.

Una volta fatto questo, vaporizzate su tutte le zone da trattare e continuate per più giorni fin quando non l’avrete completamente debellata.

Facilita la germinazione

L’acqua ossigenata è particolarmente utile nella crescita di nuove piantine. Infatti, sembra favorire la germinazione dei semi, accelerandone il processo.

Tutto ciò che dovrete fare sarà immergere i semi per mezz’ora in una ciotola contenente acqua ossigenata e risciacquare più volte prima di piantarlo. Le quantità non sono specifiche, basta semplicemente coprire tutti i semi.

Questo perché, non solo andrebbe ad ammorbidire lo strato protettivo del seme, ma inoltre contrasta qualsiasi tipo di agente patogeno.

Come pesticida

A volte tante premure non sono sufficienti a tenere in salute le nostre piante proprio a causa dei frequenti attacchi da parte di insetti e parassiti. Questi, infatti, andandosi a depositare su di esse potrebbero indebolirle e privarle di tutti i nutrienti necessarie che le tengono in vita.

Unite, dunque, pari quantità di acqua ossigenata e di acqua e trasferite la soluzione in un flacone spray aiutandovi con un imbuto. Vaporizzate dove necessario e così non solo i parassiti ma anche le loro uova cesseranno di esistere.

D’altronde, come già detto in precedenza, oltre ad essere utilizzato come pesticida, la sua introduzione andrebbe a rendere anche la pianta più forte e rigogliosa.

Video Trucchetti per la Pulizia

I nostri consigli non finiscono qui! Ecco un video con altri Trucchetti di pulizia utili in Casa!

Come usare l’acqua ossigenata per le piante?

L’acqua ossigenata riserva molti benefici per le nostre piante. Può essere utilizzato per fortificarle, per contrastare muffe e parassiti, e per facilitare la germinazione.

Come ossigenare le radici?

Per ossigenare le radici, basta irrigare le piante con una soluzione a base di 3.5 litri di acqua e un cucchiaino di acqua ossigenata tutti i giorni.

Cosa succede se metto l’acqua ossigenata sui denti?

L’applicazione di acqua ossigenata sui denti porta con sé numerosi danni. Se ad un primo momento potrebbero sembrare più bianchi e luminosi, al tempo stesso ciò potrebbe favorirne la corrosione.

Quali sono i sintomi di una bassa saturazione?

Tra i principali sintomi di una bassa saturazione, vi sono capogiri, fiato corto, stato confusionale, mal di testa, tachicardia, aumento della frequenza del respiro, aumento della pressione

Avvertenze

Consigliamo di consultare un giardiniere specializzato in caso di problemi più persistenti.