come-togliere-cattivi-odori-scarico

Come togliere il cattivo odore dagli scarichi in bagno e in cucina

A chi non è capitato almeno una volta di passeggiare per casa e sentire un cattivo odore?

Si tratta di una situazione spiacevole che può provenire dagli scarichi del bagno o della cucina, a causa dei residui di sporco, cibo o calcare depositati nelle tubature.

In questi casi, l’acqua presente negli scarichi può diventare stagnante, generando una sensazione di malessere per tutta la casa soprattutto quando attendiamo ospiti.

Ma non temete! Esistono numerosi rimedi naturali per togliere il cattivo odore dagli scarichi in bagno e in cucina e ora scopriremo quali!

Per iniziare

Nonostante le pulizie che dedichiamo quotidianamente alla nostra casa, ambienti come la cucina e il bagno richiedono un’attenta manutenzione in quanto esposti continuamente ad accumuli di muffa e batteri.

A volte però il disagio può essere anche di natura idraulica, dovuto ad un problema della rete fognaria o ad ostruzioni localizzate nelle tubature.

In tal caso se il problema persiste, è opportuno contattare immediatamente un idraulico.

Bicarbonato

Il primo rimedio che consigliamo oggi è quello con il bicarbonato, indicato particolarmente per la rimozione di macchie e calcare sulle varie superfici.

Ah dimenicavo... se ti piacciono i miei rimedi naturali puoi riceverli ogni giorno direttamente su WHATSAPP, così non te ne perderai neanche uno! Ecco come fare.. ti aspetto!

Ha proprietà pulenti e sgrassanti che ci consentono di limitare le ostruzioni, disincrostando anche le superfici più nascoste e donando un nuovo profumo anche alle zone che non riusciamo a toccare con mano.

Come fare? Per eliminare i cattivi odori dal wc, versate 3 cucchiai di bicarbonato nello scarico e lasciate in posa per almeno 8 ore. Consigliamo di effettuare questo procedimento soprattutto di notte, in modo da permettere al prodotto di agire per alcune ore in maniera indisturbata.

Il giorno seguente non dimenticate di scaricare lo sciacquone, affinchè tutti gli accumuli vadano via e ritorni il profumo di pulito!

Questo trucchetto è molto valido anche per la pulizia dello scarico della doccia, che spesso tende ad emanare un odore sgradevole di fogna.

In questo caso, bisognerà diluire 3 cucchiai di bicarbonato in un secchio pieno di acqua bollente, facendo molta attenzione a non scottarvi, e versare il liquido nel tubo della doccia.

Lasciate agire per tutta la notte e…addio puzza!

Sale

In alternativa è possibile utilizzare il sale, infallibile per eliminare gli odori.

Grazie alle sue naturali proprietà, assorbe gli odori lasciando via libera anche alle tubature più incrostate.

Per una cucina al top, occorrono solo pochi e semplici passaggi. Versate 5 cucchiai di sale grosso, 2 di bicarbonato di sodio e un litro di acqua bollente e lasciate agire per qualche ora, in modo da eliminare ogni traccia di cibo o di sporco dalle pareti delle tubature.

Come già accennato precedentemente con il bicarbonato, per la pulizia del wc e della doccia vi servirà semplicemente sostituirlo con mezzo bicchiere di sale da diluire in un secchio di acqua bollente. Versare poi la soluzione nello scarico e lasciare agire per tutta la notte.

Limone

Che buoni i limoni….in bagno! Parliamo di un agrume utilizzato in molti rimedi casalinghi, che in virtù della sua azione sgrassante e del suo piacevole aroma diventa capace di neutralizzare anche quelli più fastidiosi.

Per una corretta pulizia della doccia, versate il succo di mezzo limone unitamente a 200 ml di aceto di vino bianco nello scarico della doccia e lasciate agire per tutta la notte.

N.B. Si sconsiglia inoltre un frequente uso d’aceto per il suo approccio non pienamente ecologico sull’ambiente.

Se volete liberarvi dei cattivi odori in cucina, vi basterà versare semplicemente un bicchiere di succo di limone nello scarico del lavandino e lasciare agire per circa 3/4 ore al fine di garantire un risultato brillante ed efficace.

Le incrostazioni andranno via e il profumo di limone vi accompagnerà per tutta la casa!

Avvertenze

Assicuratevi che gli ingredienti non danneggino le ceramiche del bagno o rivestimenti interni della cucina. Inoltre, se vedete che il problema persiste, vi consiglio di sentire il parere di un esperto.