come-non-far-puzzare-panni-stesi-casa

Come non far puzzare i panni stesi in casa?

Quando arrivano alcuni periodi dell’anno, come l’autunno o l’inverno, le piogge iniziano ad essere molto frequenti.

Per questo non sappiamo in che modo asciugare il bucato e scegliamo di metterli su uno stendino in casa.

Tuttavia capita molto spesso che quando i vestiti sono asciutti, emanano un cattivo odore tale che siamo costretti ad effettuare un altro lavaggio!

Oggi vediamo insieme come non far puzzare i panni stesi in casa!

Attenzione alla centrifuga

Non tutti amano impostare molti giri di centrifuga perché se i panni sono più strizzati, diventa, di conseguenza, più complicato stirarli.

C’è anche chi preferisce toglierli dalla lavatrice molto bagnati per non dover accendere il ferro!

Questa sicuramente è una strategia che ci aiuta molto nelle faccende di casa, ma se volete asciugare i panni in casa, è bene che sappiate che il bucato deve essere strizzato per bene!

La presenza di tanta acqua che evapora poi in casa, può inumidire ulteriormente il vostro ambiente e dopo avrete, per giunta, panni che puzzano.

Ah dimenicavo... se ti piacciono i miei rimedi naturali puoi riceverli ogni giorno direttamente su WHATSAPP, così non te ne perderai neanche uno! Ecco come fare.. ti aspetto!

Dunque, mettete pochi giri di centrifuga solo quando scegliete di stendere i panni al sole fuori al balcone.

Luogo arieggiato

Altra cosa molto importante per non far puzzare i panni in casa, è posizionare lo stendino in un luogo arieggiato.

Similmente a quanto detto sopra, se il bucato si trova in un luogo chiuso e al buio, ci metterà più tempo per asciugarsi, aumenterà il tasso di umidità e farà puzzare i vestiti.

Poneteli, quindi, in un ambiente dove passa molta aria, magari in prossimità di un balcone o di una finestra, così che non avrete problemi.

Togliete l’umidità dalla stanza

Troppa umidità è nemica di un bucato fresco e profumato, poiché la puzza di acqua stagnante resta impregnata nei capi e dopo dovrete tornare a lavarli per toglierla.

Per non avere questo problema, togliete l’umidità dalla stanza prima di mettere lo stendino all’interno.

Potete farlo tranquillamente deumidificatore, nel caso non l’abbiate, createne uno fai da te!

Il sale e il riso assorbono naturalmente l’acqua, quindi riempite delle ciotoline con sale e riso e mettetele negli angoli della camera dove è posizionato lo stendino.

Se fare asciugare i panni in casa frequentemente, ricordatevi di cambiare le ciotole almeno ogni due giorni.

Mettete i panni vicino a fonti di calore

Durante alcuni periodi dell’anno, in particolare quando arriva l’inverno, diventa difficile asciugare il bucato a causa delle continue piogge.

Seguendo sempre i suggerimenti suddetti, mettete i panni vicino a fonti di calore.

Quest’ultime possono essere naturali, come vicino al balcone dove c’è il sole (evitando sempre la luce diretta dei raggi solari), oppure accanto a stufe o termosifoni.

Attenzione! Vi ricordo che se avete le stufe, state molto attenti a distanziare lo stendino in modo che non rischiare di bruciare i vestiti.

Pulite la lavatrice

Per ultimo vediamo un suggerimento che potrebbe essere fuori luogo, ma che invece è importantissimo.

Tante volte noi prendiamo tutte le precauzioni necessarie quando dobbiamo asciugare i panni, ma puzzano lo stesso. Perché?

Beh, la risposta potrebbe essere semplicemente che la lavatrice non è abbastanza pulita e, di conseguenza, i panni puzzano già da quando li cacciamo fuori.

Quindi ricordatevi di effettuare una pulizia profonda della lavatrice di tanto in tanto. Potete scegliere lavaggi a vuoto da fare una volta al mese con aceto o acido citrico.

Avvertenze

Seguite i suggerimenti sempre consultando prima le etichette di lavaggio dei vestiti. Inoltre vi consiglio di asciugare i panni in casa solo in casi di emergenza.