come-riutilizzare-acqua-condizionatore

Come riutilizzare l’acqua del condizionatore?

Azionare i condizionatori in estate è una delle prerogative fondamentali per sopravvivere al calore!

Oltre a rilasciarci la frescura in casa, i condizionatori rilasciano l’acqua di condensa che avviene per il passaggio da uno stato termico all’altro.

Quell’acqua solitamente viene gettata, ma sapete che potete riutilizzarla per varie cose in casa?

Vediamo quali!

Prima di iniziare

Prima di iniziare è importantissimo chiarire di che acqua parliamo quando ci riferiamo al condizionatore.

L’acqua del condizionatore, infatti, non è né demineralizzata né distillata perché non segue nessuno dei due processi che la renderebbero tale.

Si tratta di un’acqua di condensazione che si crea perché l’aria calda subisce un processo di raffreddamento.

Dunque, sebbene non potabile, risulta comunque più pura dell’acqua piovana, per cui si può riutilizzare in casa.

Ah dimenicavo... se ti piacciono i miei rimedi naturali puoi riceverli ogni giorno direttamente su WHATSAPP, così non te ne perderai neanche uno! Ecco come fare.. ti aspetto!

Tuttavia ci sono due condizioni principali a cui attenersi per essere certi di poterla usare:

  • il condizionatore non ha all’interno elementi tossici che non ha smaltito;
  • non ci sono problemi al sistema di raffreddamento o ad altre componenti del condizionatore.

Adesso non ci resta che vedere in che modo poterla riutilizzare!

Per il ferro da stiro

Il primo rimedio per usare l’acqua di condensa del condizionatore è per il ferro da stiro!

Si tratta infatti del metodo più diffuso che evita molti sprechi.

Ebbene, quando dovete riempire la caldaia del ferro da stiro, dovrete semplicemente mettere l’acqua del condizionatore ed ecco fatto!

Lo sapevate? Questo è uno dei trucchetti più usati anche per riutilizzare l’acqua dell’asciugatrice!

Per le piante

Un altro modo di usare l’acqua del condizionatore è per le piante!

Naturalmente il discorso non vale per tutte le tipologie di piante, ma solo per le seguenti:

  • piante grasse
  • ortensie
  • camelie
  • azalee
  • gardenie

Bene, queste piante possono beneficiare dell’acqua di condensa! Inoltre potete usarla anche se dovete diluire dei fertilizzanti o concimi.

In auto

Dal momento che è priva di calcare, perché non usare l’acqua del condizionatore anche in auto?

Molte volte si preferisce dare un bella ripulita col fai da te, ma l’acqua del rubinetto spesso è piena di calcare e fa comparire quei fastidiosi aloni.

Dunque potete usarla sia all’interno che all’esterno della macchina, per i vetri, per gli specchietti e quant’altro.

Inoltre è ottima anche per ricaricare il serbatoio dei tergicristalli!

Risciacquo per capelli

Proprio come l’acqua dell’asciugatrice, anche l’acqua del condizionatore è ottima per fare l’ultimo risciacquo ai capelli!

Essendo un’acqua priva di calcare sarà perfetta per togliere tutto quello che ha lasciato l’acqua della fontana.

In questo modo i capelli risulteranno più lucenti perché non appesantiti dalla composizione piena di detriti e calcare dell’acqua normale.

Per preparare detergenti naturali

Infine non poteva mancare uno dei trucchetti proprio per gli amanti dei rimedi naturali!

Quando si preparano i detergenti naturali ed ecologici come quelli con bicarbonato, aceto, succo di limone, sapone di Marsiglia e così via, uno degli ingredienti principali è sempre l’acqua.

Mettere un’acqua priva di calcare al posto di quella del rubinetto vi darà un’efficacia migliore in termini sia di preparazione dei composti, sia quando pulirete.

Dunque ricordate di non buttarla mai!

Avvertenze

Vi ricordiamo che è molto importante assicurarsi dei fattori sopra descritti che permetto il riutilizzo dell’acqua.

Inoltre controllate che i filtri siano stati puliti e che il condizionatore non abbia residui di detergenti chimici che possono restare nell’acqua di condensa.