Avere una lavatrice pulita è il segreto per ottenere vestiti che profumano sempre di fresco. Spesso si salta questo passaggio e ci si dimentica di pulire i vari pezzi, rischiando di accumulare batteri e muffa che generano i cattivi odori, rovinano la lavatrice e a lungo andare anche i vestiti.

Se anche a voi è capitato, non preoccupatevi, vi dirò passo passo come pulire a fondo la lavatrice per avere sempre un bucato impeccabile!

Pulizia del cestello

Il cestello è il responsabile principale dei cattivi odori, dato che al suo interno mettiamo i vestiti. Pulirlo è molto semplice e puoi utilizzare diversi metodi.

Acido Citrico

L’acido citrico ha delle ottime proprietà sgrassanti e disincrostanti, quindi è perfetto per eliminare il calcare che si forma con l’acqua. Basterà avviare un lavaggio a vuoto con una soluzione di un litro d’acqua e 150 grammi di acido citrico.

Questo metodo è efficace anche se nella lavatrice si è formata della muffa, infatti è consigliabile effettuare il lavaggio con acido citrico almeno una volta al mese.

Aceto e bicarbonato

Versate nella lavatrice vuota 250 ml di aceto di mele o bianco e un cucchiaio di bicarbonato di sodio, dopodiché eseguite un lavaggio con una temperatura di 60°.

La quantità dei due ingredienti può variare in base alla grandezza della lavatrice, se credete di dover usare quantità maggiori, regolatevi con un cucchiaio di bicarbonato ogni 250 ml di aceto.

Attenzione a non esagerare! L’acqua farà sempre in modo che la pulizia arrivi a fondo a tutte le parti del cestello, quindi non preoccupatevi troppo della quantità.

Limone

Niente rinfresca più del limone! Per eseguire questo tipo di lavaggio, versate 150 ml di succo di limone in un litro d’acqua e azionate la lavatrice sempre a 60°.

Potete utilizzare questa soluzione anche per spruzzarla nella lavatrice dopo ogni lavaggio.

N.B. Se oltre ad eliminare i cattivi odori volete anche profumare la vostra lavatrice, aggiungete qualche goccia di olio essenziale a vostro piacimento!

Come pulire la guarnizione

Procediamo con la pulizia delle parti esterne. La guarnizione a volte tende a diventare nera perché si insinuano germi e batteri, per questo va pulita periodicamente.

Acqua, limone, aceto e bicarbonato

Il rimedio più efficace è la pasta composta da acqua, bicarbonato, limone e aceto bianco: versate in una ciotola un bicchiere di aceto bianco e un bicchiere d’acqua, aggiungete poi qualche goccia di succo di limone e il bicarbonato fino ad ottenere un composto abbastanza denso.

Stendete la pasta sulle zone critiche della guarnizione e utilizzate uno spazzolino per rimuovere a fondo tutto lo sporco. Infine sciacquate con un panno umido.

Acqua e aceto

In alternativa potete mettere in uno spruzzino un bicchiere d’acqua, un bicchiere d’aceto bianco ( o aceto di mele se vi piace l’odore) e spruzzarla su tutta la guarnizione, lasciate agire per qualche minuto e risciacquate con acqua tiepida.

Pulizia dell’oblò

L’oblò è la parte trasparente della lavatrice, per questo quando si sporca è ancora più visibile. Inoltre se avete la lavatrice sotto ad un mobile, spesso possono scorrere detersivi e bevande che dimentichiamo di rimuovere, per cui bisogna stare attenti ad averlo sempre pulito.

Le proprietà sgrassanti e il buon odore del Sapone di Marsiglia renderanno il vostro oblò impeccabile!

Se non ce l’avete liquido, sciogliete a bagnomaria qualche scaglia di sapone di Marsiglia e diluitelo con abbondante acqua e qualche goccia di limone. Usate la soluzione per lavare l’oblò con una spugna (ricorda di utilizzare la parte non abrasiva altrimenti si graffia) e dopo sciacquate con un panno umido.

Come pulire il filtro

Prima di pulire il filtro ricordatevi di staccare la spina della lavatrice e procuratevi una bacinella per raccogliere l’acqua e non rischiare di allagarvi.

Il filtro è la parte che potete lavare meno spesso, ma è bene ricordare che raccoglie tantissimi residui. Se lo lavate con regolarità, vi basta tenerlo sotto acqua corrente, aiutandovi con uno spazzolino per togliere tutto lo sporco.

Se invece richiede una pulizia più profonda, mettetelo in ammollo per almeno un’ora in acqua e aceto e dopo sciacquate con acqua corrente. Ricordatevi di asciugarlo bene!

Lavaggio della vaschetta

Infine vediamo la pulizia della vaschetta, un altro elemento della lavatrice dove si insinua sempre lo sporco, soprattutto negli angoli.

Per una pulizia perfetta, estraete la vaschetta dalla lavatrice e mettetela in ammollo con acqua calda, aceto bianco e qualche goccia di limone. Dopo circa mezz’ora sciacquate aiutandovi con uno spazzolino per gli angoli.

In caso di sporco ostinato, utilizzate lo stesso procedimento con la pasta che vi ho indicato per la guarnizione.

Avvertenze e consigli

Queste operazioni vanno eseguite almeno una volta al mese, tranne per il filtro che si può pulire anche due o tre volte all’anno.

Ricordatevi, inoltre, di staccare la spina della corrente e se necessario chiudere l’acqua quando la pulizia non richiede lavaggi a vuoto.