come-fare-concimi-naturali

7 modi per fare il concime naturale in casa

Chi ha un giardino o uno spazio più ristretto, può capire quanto sia importante avere delle piante floride e rigogliose.

In commercio esistono molti prodotti che possono favorirne la crescita. Talvolta però, contengono delle sostanze chimiche, che non fanno altro che danneggiarle.

Se volete delle piante sane e che durino il più a lungo possibile, oggi vediamo 7 modi per fare il concime in casa in modo naturale!

Per iniziare

Le piante sono organismi viventi, e in quanto tali, necessitano di alcuni nutrienti fondamentali alla loro crescita e fioritura.

Per questo motivo, è molto importante che siano circondate da terreno fertile, che possa permettere loro di svilupparsi.

Per fare ciò non dovrete acquistare nulla, ma riciclare soltanto gli scarti di cibo nella vostra cucina!

Gusci d’uovo

Il primo rimedio che proponiamo oggi è quello con i gusci d’uovo. Un vero toccasana per le nostre piante invase da lumache e parassiti.

Come prima cosa, prendete i gusci d’uovo e lavateli per bene. Dopodiché, frantumateli in piccoli pezzi con le mani. Ora spingeteli nel terreno ad una profondità di almeno 5 cm, aiutandovi con il manico di un cucchiaio di legno.

Ah dimenicavo... se ti piacciono i miei rimedi naturali puoi riceverli ogni giorno direttamente su WHATSAPP, così non te ne perderai neanche uno! Ecco come fare.. ti aspetto!

Ciò conferirà al terriccio anche una notevole quantità di carbonato, ottimo per la coltivazione dei pomodori.

Fondi di caffè

I caffè che si bevono in una giornata, non si contano nemmeno. Soprattutto se arrivano ospiti, siamo sempre lì a preparare e lavare la macchinetta. Anche se può sembrare un’attività noiosa, guardate il lato positivo: avrete molto più concime per le vostre piante grazie ai fondi di caffè!

Farlo è semplicissimo, vi basterà versare un paio di fondi di caffè sul terreno. Ovviamente potete anche abbondare se il vaso è di grandi dimensioni.

Questo metodo è particolarmente consigliato per le piante in fiore come azalee, rose, rododendri, camelie e sempreverdi.

Bucce di banana

Le banane, così come le sue bucce, sono ricche di potassio, elemento nutritivo fondamentale non solo per la nostra crescita ma anche quella delle nostre amate piante.

Questo ingrediente naturale può essere utilizzando seguendo due diverse procedure.

Se avete poco tempo a disposizione, tagliate le bucce di banana in piccoli pezzettini e posizionateli nel terreno ad una profondità di circa un paio di centimetri. Per fare questo, potete aiutarvi con il manico di un cucchiaio in legno o semplicemente con le dita.

In alternativa, possiamo realizzare un macerato. Prendete, dunque, un barattolo molto capiente e versateci un litro d’acqua e le bucce di banana. Dopodiché, lasciate in posa per due settimane.

Trascorso questo tempo, estraete le bucce dal barattolo e versate il liquido ottenuto in un flacone spray aiutandovi con un imbuto.

Il vostro fertilizzante è pronto per essere vaporizzato sul vostro spazio verde!

Acqua di cottura

Le proprietà benefiche delle verdure non si contano nemmeno. Sono ricche di potassio, magnesio, calcio e tantissimi tipi di vitamine. E se prima pensavate di poter buttare la loro acqua di cottura, non fatelo più, perché è proprio ciò di cui abbiamo bisogno!

Versate l’acqua di cottura in un annaffiatoio e procedete ad innaffiare tutte le vostre piante. Qualora non lo aveste, potete anche conservare il liquido in una bottiglia.

Ricordate che è necessario che l’acqua sia fredda prima di essere travasata.

Allo stesso modo, potete utilizzare anche infusi alle erbe come la camomilla.

Attenzione! Per questa operazione è molto importante che le verdure siano biologiche e non contaminate da sostanze chimiche. In tal caso, queste verrebbero trasferite nel terreno, danneggiandolo.

Vino rosso

A chi non è mai capitato di avere in frigo una bottiglia con giusto un po’ di vino rosso per secoli e secoli? Il tempo passa e ogni volta che lo vediamo sembra sempre meno invitante. Ma non sentitevi in colpa, perché oggi vediamo come riutilizzarlo in modo ecologico.

Prendete un bicchiere di vino e versatelo su tutto il terreno. A seconda delle dimensioni, potete aumentare o diminuire le quantità.

Ma fate sempre attenzione a non esagerare.

Macerato di ortiche

Un altro modo che possiamo utilizzare per rendere il terreno più è il macerato di ortiche.

Tutto ciò che dovrete fare sarà lasciare in ammollo 250 gr di ortica in 5 litri d’acqua per 4 ore. Se ne avete la possibilità, potete riporre il tutto o in una pentola di grosse dimensioni oppure in una bacinella.

Trascorso questo tempo, filtrate la soluzione e versate solo il liquido in un annaffiatoio.

Questo fertilizzante è ottimo per prevenire le malattie e rinforzare le nostre piante.

Lievito di birra

Il lievito di birra non fa crescere solo gli impasti ma anche i boccioli!

Prendete un cubetto di lievito di birra e scioglietelo in 3 litri d’acqua. In questo caso, potete aiutarvi con una pentola o una bacinella.

Una volta fatto ciò, versatelo in un annaffiatoio e cominciate ad innaffiare.

In questo modo, il terreno sarà stimolato a generare una nuova e generosa fioritura.

In alternativa, anche la birra può essere considerato un buon concime se utilizzato con moderazione.

Avvertenze

Se una volta provati questi trucchetti non riscontrate miglioramenti, vi invitiamo a contattare un giardiniere specializzato.