come-togliere-cattivi-odori-forno

Come togliere i cattivi odori dal forno in modo naturale

Il forno è un elemento indispensabile nelle nostre cucine. Si presta alla preparazione delle più svariate pietanze, garantendo una cottura saporita e salutare.

Con i frequenti utilizzi però, può capitare che i vapori dati dalle alte temperature si vadano ad attaccare alle pareti, che se non tolti a tempo debito, possono fissarsi più e più volte generando degli odori sgradevoli.

Al fine di salvaguardare la buona riuscita dei futuri piatti, oggi scopriremo come togliere i cattivi odori dal forno in modo naturale.

Bicarbonato di sodio

Il primo rimedio che proponiamo oggi è quello con l’inimitabile bicarbonato di sodio, che oltre a smacchiare le superfici più sporche, è anche un potente neutralizzatore naturale contro i cattivi odori.

Versate tre cucchiai di bicarbonato insieme ad un cucchiaio di acqua all’interno di una ciotola e mescolate fino a formare una pasta densa.

A questo punto, strofinatela sulle pareti interne del forno aiutandovi con un panno umido in microfibra.

Limone

Si sa, il limone è ingrediente immancabile quando si tratta di togliere i cattivi odori.

L’acido citrico contenuto al suo interno è infatti particolarmente noto per la sua capacità di assorbire gli odori, conferendo agli ambienti un’aria più pulita e fresca.

Ah dimenicavo... se ti piacciono i miei rimedi naturali puoi riceverli ogni giorno direttamente su WHATSAPP, così non te ne perderai neanche uno! Ecco come fare.. ti aspetto!

Esistono 3 modi per profumare gli interni del forno con i limoni.

In succo

Tutto ciò che dovrete fare sarà diluire il succo di 2 limoni in 500 ml di acqua.

Versate la soluzione in un contenitore spray e spruzzatela su tutte le pareti del forno, senza trascurare le griglie e le leccarde.

A questo punto, accendete il forno a bassa temperatura (30°- 50°) per circa 30 minuti in modo da permettere al liquido di evaporare, rilasciando il suo inconfondibile profumo.

Spegnete il forno, staccate la spina e una volta intiepidito passate un panno umido e sciacquate le superfici.

Fettine

In alternativa al flacone spray, è possibile attuare il metodo delle ”fettine profumate”.

Come prima cosa, tagliate 2 limoni a fettine (mettendo da parte le due estremità) e disponetele ordinatamente in una leccarda da forno contenente già 2 tazze d’acqua.

Ponete la leccarda nel forno e accendetelo ad una temperatura di 80°C per circa 30 minuti. Il calore farà ammorbidire le fettine, permettendo loro di neutralizzare anche gli odori più persistenti.

Bucce

Degli agrumi non si butta proprio niente! Buona parte della loro essenza infatti è contenuta proprio nelle bucce, rivelandosi un rimedio molto semplice ed economico.

Come fare? Disponete le bucce di 1 o 2 limoni sul fondo del forno e tostatele ad una temperatura moderata di circa 100° per 15 minuti. Dopodiché, aprite lo sportello del forno e lasciate che il profumo si propaghi in tutto l’ambiente.

In alternativa al limone, è possibile utilizzare anche le bucce d’arancia.

Mela

Chi l’avrebbe detto che per togliere i cattivi odori dal forno bastava una mela?

É un antico rimedio che veniva utilizzato spesso dalle nostre nonne per purificare e profumare l’aria.

É semplicissimo: sbucciate una mela e tagliatela in quattro parti privandola dei semi al centro. Dopodiché, ponete i pezzi sulla base del forno e cuoceteli a 180° per circa 15 min.

La mela assorbirà i cattivi odori, donando un’aroma delicato agli ambienti.

N.B. Se non avete voglia di pulire i residui della polpa della mela dal forno, potete sempre utilizzare un quadratino di carta forno, evitando di far attaccare i residui sulla superficie.

Aceto

In alternativa al limone, è possibile effettuare la stessa procedura con l’aceto di vino bianco o di mele.

Per ottenere la soluzione, basta versare 1 bicchiere di aceto e 1 bicchiere e mezzo di acqua all’interno di uno spruzzino aiutandovi con un imbuto. Vaporizzate la miscela sulle pareti del forno e lasciate agire per circa 15 minuti.

Trascorso questo tempo, sciacquate il tutto con un panno in microfibra. Il tutto sempre a forno spento.

Pane

Avreste mai pensato di utilizzare anche il pane?

Bene, prendete qualche pezzo di pane e un bicchiere di aceto e poneteli entrambi in una ciotola. Lasciate agire per tutta la notte a forno spento.

Il pane assorbirà tutti i cattivi odori, lasciando il forno come nuovo!

N.B. É importante che la ciotola sia di un materiale resistente alle alte temperature come il vetro o l’acciaio.

Come togliere brutto odore dal forno?

Per togliere il brutto odore dal forno possiamo provare con il Trucco del Pane. Mettetelo in una ciotola e imbevetelo di aceto bianco. Lasciate tutto in posa per una notte nel forno spento.
Al mattino dopo, togliere la ciotola e lasciare forno aperto per un’ora o due. Anche se l’odore dell’aceto è abbastanza persistente, andrà via dopo poco e con sé anche i cattivi odori in forno.

Perché quando accendo il forno puzza?

Se quando accendi il forno senti subito cattivo odore, i motivi possono essere diversi. In genere potrebbero essere residui di cibo o olio che avete cucinato precedentemente.
Oppure può esserci la possibilità che ci siano elementi in plastica finiti lì accidentalmente e che si siano sciolti. In ogni caso, è sempre bene dare un’occhiata prima di accenderlo e capire se è il caso di pulirlo.

Come togliere l’odore di plastica bruciata dal forno?

Se in forno c’è odore di plastica bruciata, possiamo provare a pulirlo con una miscela di aceto e acqua in parti uguali e trasferite in uno spruzzino. Accendete il forno a 60° per una mezz’ora, dopodiché spegnetelo (e tenete la spina staccata). A forno tiepido spruzzate la soluzione e pulite il tutto con una spugnetta.

Avvertenze

Vi ricordo di usare i metodi descritti prima in un angolino nascosto così da assicurarvi di non danneggiare l’elettrodomestico.

E vi ricordiamo inoltre, di fare sempre attenzione quando il forno è acceso e tenere la corrente staccata quando procedete con la pulizia approfondita.