come-togliere-calcare-lavatrice

Come togliere il calcare dalla lavatrice

Con l’arrivo delle belle giornate, si alzano le temperature e la cesta del bucato si riempie sempre di più.

Ciò significa che con i frequenti lavaggi, vi sono più probabilità di ritrovare depositi di calcare nella nostra lavatrice.

Dal momento che questi possono impedirne il normale funzionamento, oggi vediamo come togliere il calcare in modo facile e veloce!

Bicarbonato di sodio

Il bicarbonato ha così tante virtù che a volte facciamo fatica a ricordarle tutte. Quello dovete tenere sempre a mente è che addolcisce l’acqua. Ciò significa che scioglie il calcare che si va a depositare nelle tubature, evitando spiacevoli ostruzioni.

Vi basterà versarne un cucchiaino nel cassetto della lavatrice ad ogni lavaggio.

Così facendo, non solo si prenderà cura della nostra lavatrice ma contribuirà anche ad eliminare tutti i cattivi odori, dati dai residui di calcare e detersivo.

Acido citrico

Non tutti sanno che l‘acido citrico è un perfetto alleato contro il calcare. É un derivato degli agrumi e si presta a svariati utilizzi nella pulizia della casa.

Prima di iniziare, è importante specificare che in questo caso effettueremo un lavaggio a vuoto, vale a dire che la lavatrice dovrà essere azionata senza capi al proprio interno.

Ah dimenicavo... se ti piacciono i miei rimedi naturali puoi riceverli ogni giorno direttamente su WHATSAPP, così non te ne perderai neanche uno! Ecco come fare.. ti aspetto!

Innanzitutto, versate 150 grammi di acido citrico nel cestello della lavatrice. Per far sì che dia il risultato sperato, sono necessarie temperature più alte.

Quindi, chiudete l’oblò e fate partire un lavaggio lungo a 60°.

Questo trucchetto, inoltre, è particolarmente consigliato anche per la pulizia interna della lavastoviglie.

Aceto di vino bianco

In alternativa all’acido citrico, possiamo utilizzare anche del comunissimo aceto di vino bianco. Lo ricordiamo soprattutto per le sue proprietà sgrassanti e anti-odore.

La procedura è molto simile. Versate un litro di aceto di vino bianco nel cestello della lavatrice e fate partire un lavaggio a vuoto a circa 60°.

Ricordate sempre che per questa procedura la lavatrice dovrà essere vuota.

Ma non è finita! Perché possiamo usarlo in lavatrice anche come ammorbidente fai da te. Vi basterà versare 2 tazze di aceto di vino bianco nello scomparto destinato all’ammorbidente ed azionare il lavaggio.

Sale

Il rimedio più semplice ed economico proviene proprio dalla cucina. Il sale oltre ad assorbire naturalmente gli odori, riduce la durezza dell’acqua limitando in questo modo le ostruzioni date dal calcare.

Tutto ciò che dovrete fare sarà versare 1 kg di sale nel cestello della lavatrice. A questo punto, fate partire un lavaggio lungo ad alte temperature (60°), in modo da garantire una maggiore pulizia.

Anche in questo caso, la procedura dovrà essere effettuata a vuoto, cioè senza vestiti al suo interno.

Consigliamo di effettuare quest’operazione almeno ogni due mesi, al fine di mantenere i risultati costanti nel tempo.

Anticalcare fai da te

Se volete evitare i prodotti da banco, abbiamo la soluzione che fa per voi. Infatti, possiamo preparare un potente anticalcare fai da te con i soli prodotti che abbiamo a casa tutti i giorni!

Ingredienti

  • 2 cucchiai di sale grosso
  • 1 cucchiaio di bicarbonato
  • 1 bicchiere d’acqua (meglio se demineralizzata)

Procedimento

Farlo è semplicissimo. Vi occorrerà versare tutti gli ingredienti ad uno ad uno nel cassetto della lavatrice. Se volete potete inserire prima il sale, poi il bicarbonato di sodio e infine l’acqua.

Azionate un ciclo a vuoto ad almeno 60° ed il gioco è fatto!

Avvertenze

Consigliamo di consultare sempre le indicazioni sul libretto di istruzioni prima di procedere e di tenere la spina della corrente staccata per procedere alla pulizia in tutta sicurezza.

Consigliamo, inoltre, di contattare un tecnico esperto qualora il problema dovesse ancora sussistere.