La lavastoviglie è una vera comodità, soprattutto quando ci ritroviamo a cucinare per tante persone e non vogliamo passare tutto il tempo a lavare i piatti.

Come per gli altri elettrodomestici, tuttavia, ha bisogno di essere lavata periodicamente per prevenire guasti, residui che si accumulano e cattivi odori. Quali sono i rimedi naturali che vi faranno avere una lavastoviglie sempre pulita?

Pulire con lavaggi a vuoto

La tecnica principale utilizzata per pulire la lavastoviglie è il lavaggio a vuoto. Si tratta, infatti, del metodo più pratico e veloce!

Utilizzando alcuni ingredienti naturali reperibili facilmente in casa o nei negozi avrete una lavastoviglie perfetta in pochi minuti!

Limone

Il limone non solo è ottimo per pulire la lavastoviglie, ma anche per rinfrescarla e profumarla. Infatti, se effettuerete questo lavaggio, verrete estasiati da un profumo eccezionale!

Vi basta mettere mettere un bicchiere di succo di limone sul fondo della lavastoviglie e avviare un lavaggio alla massima temperatura per fare in modo che si igienizzi per bene.

Vi piace l’aroma degli agrumi? Potete sostituire il succo di limone con quello di un’arancia o combinare entrambi, assicurandovi che il mix dei due odori non vi disturbi.

Aceto

Insieme al limone, l’aceto è uno dei metodi più utilizzati per curare la lavastoviglie. Che sia aceto bianco, di vino o di mele, è sempre una buona alternativa ai detersivi.

L’aceto sgrassa e scioglie lo sporco non solo della lavastoviglie, ma anche delle tubature dove si accumulano calcare e residui di tutti i tipi.

Se volete utilizzare questo rimedio, mettete mezzo litro di aceto nella lavastoviglie e avviate il lavaggio a vuoto alla massima temperatura, come per il limone.

Attenzione! Nonostante l’aceto rappresenti attualmente un ingrediente utilizzato quotidianamente per gli elettrodomestici e per la cura della casa, il suo impatto sull’ambiente non è dei più ecologici. Per cui è consigliabile l’acido citrico come alternativa.

Acido Citrico

Un altro alleato dei rimedi naturali che ha proprietà sgrassanti e igienizzanti è l’acido citrico. Vi consiglio questo lavaggio nel caso in cui si sia accumulato molto calcare nella vostra lavastoviglie.

Inoltre quest’ingrediente non solo rappresenta una valida alternativa all’aceto, ma è anche più ecologico.

Sciogliete 150 g di acido citrico in un litro d’acqua , versate la soluzione direttamente sul fondo della lavastoviglie e azionate un lavaggio ad alta temperatura (maggiore è il calcare da rimuovere, maggiore dovrà essere la temperatura).

Sale

Il sale è un altro valido alleato per la vostra lavastoviglie, in quanto previene il calcare e ha un’azione brillantante. Spesso infatti lo si utilizza al posto del tipico sale per lavastoviglie.

Versate circa 1 kg di sale sul fondo e avviate un lavaggio ad alte temperature. Se utilizzate il sale grosso, optate per un lavaggio più lungo in modo da farlo sciogliere bene.

Bicarbonato

L’ultimo ingrediente è il bicarbonato, noto per le sua proprietà antibatterica. Nel caso della lavastoviglie, è utile per le pulizie periodiche e profonde.

Il procedimento è simile a quello dell’acido citrico, quindi spargete due cucchiai di bicarbonato sul fondo e avviate un lavaggio alla massima temperatura.

Vi assicuro che dopo la lavastoviglie sarà come nuova!

Come pulire le zone critiche

Nonostante il lavaggio a vuoto sia un’ottima tecnica, può capitare che in alcune zone lo sporco è ostinato, quindi tocca rimuoverlo manualmente, ma non temete, c’è un rimedio molto semplice!

Create una soluzione con questi ingredienti:

  • Acqua (2 bicchieri)
  • Succo di limone (1/2 bicchiere)
  • Acido citrico (un cucchiaio)
  • Unite acqua e succo di limone, aggiungete poi l’acido citrico e mescolate. Versate il composto su un panno umido e ponetelo sulle zone critiche. Lasciate agire per qualche minuto e dopo risciacquate.

Pulizia dei filtri

Pulire i filtri è la base per avere una lavastoviglie sempre splendente. Non bisogna mai dimenticare che è lì che si annidano tutti i resti di cibo.

Per una pulizia profonda, seguite questi consigli:

  • Smontate il filtro e sciacquatelo per bene con acqua corrente
  • Riempite una ciotola di acqua bollente
  • Sciogliete nell’acqua qualche scaglia di Sapone di Marsiglia o panetto di sapone naturale a vostro piacimento, il succo di mezzo limone e qualche cucchiaio di bicarbonato.
  • Mettete il filtro in ammollo per circa 2 ore e dopo risciacquate bene.

Pulizia esterna

Dopo aver pulito l’interno con i vari metodi sopra indicati, è importante pulire anche l‘esterno della lavastoviglie per igienizzarla completamente.

La prima cosa da fare è eliminare la polvere. La lavastoviglie spesso si trova incastrata tra altri mobili oppure è proprio ad incasso.

Nel primo caso, cercate, se potete, di inserire un piumino tra i mobili per rimuovere tutta la polvere nei lati e poi procedete con la parte frontale. Nel secondo caso invece pulite il mobile esterno e poi la parete della lavastoviglie.

Se ci sono aloni, impronte o macchie, imbevete un panno con acqua calda e qualche goccia di limone. Attenzione a non utilizzare spugnette abrasive che possono graffiare l’esterno del vostro elettrodomestico.

Avvertenze e consigli

I seguenti rimedi possono essere utilizzati per tutti i tipi di lavastoviglie, tuttavia è consigliabile consultare sempre le indicazioni del manuale per evitare eventuali danni. Inoltre ricordate di staccare la spina della corrente.