Il ferro da stiro è l’elettrodomestico che vorremmo vedere il meno possibile, non è vero?

Stirare i panni, infatti, non è la cosa più rilassante e pratica nel complesso delle faccende domestiche.

Per non parlare delle volte in cui vediamo che i vestiti si macchiano mentre li stiriamo! Questo accade perché il calcare accumulato nella caldaia ha sporcato il ferro.

Dunque in quei casi è necessario effettuare una buona pulizia e vedere come pulire il ferro da stiro con metodi naturali ed efficaci!

N.B. Se non specificato nei passaggi seguenti, è estremamente necessario compiere i vari metodi con il ferro spento al fine di non scottarvi.

Pulizia dei fori

Innanzitutto vediamo come si effettua una buona pulizia dei fori, la parte del ferro che fa fuoriuscire il vapore acqueo.

Questi spesso si ostruiscono proprio a causa del calcare, della polvere o di qualche fibra dei panni che si incastra all’interno.

Per liberarli al meglio dallo sporco, vi consiglio di munirvi di un po’ aceto bianco e di qualche cotton fioc.

Immergete il cotton fioc nell’aceto e passatelo all’interno dei fori delicatamente per sciogliere tutto il calcare.

L’aceto, infatti, è un disincrostante naturale e per questo viene usato anche per liberare dall’accumulo di sporco anche altri elettrodomestici quali lavastoviglie e lavatrice.

Per la piastra

Passiamo adesso alla pulizia della piastra, quella che forse richiederà tempo e impegno maggiore, dato che, proprio come i fori, può accumulare una grande quantità di calcare.

Inoltre, se non usata per bene, si può bruciare o sporcare e di conseguenza c’è il rischio di danneggiare i nostri indumenti. Ecco alcuni rimedi molto efficaci!

Dentifricio

Sembrerà strano, ma il dentifricio risulta essere un metodo molto gettonato per pulire la piastra del ferro da stiro!

Dal momento che è dotato di un’azione leggermente abrasiva (la quale è responsabile dello sbiancamento e pulizia dei denti), viene scelto spesso anche per l’argento!

Ebbene, per usare questo metodo tutto quello che dovrete fare è spargere della pasta di dentifricio su tutta la piastra.

Strofinate leggermente con uno spazzolino o una spazzolina piccola dalle setole morbide, in modo particolare sulle zone in cui vi sono macchie.

In seguito risciacquate per bene e vedrete che risultato!

Aceto

In alternativa al dentifricio potete usare anche l’aceto!

Andrà bene qualsiasi tipo di aceto vogliate prediligere, magari quello di mele è più indicato in questo caso dato il profumo meno forte rispetto agli altri.

Dovrete spruzzarne un po’ sulla piastra o metterne una piccola quantità direttamente sulla spugna e strofinare finché non saranno andate via le macchie.

Risciacquate sempre con un panno in microfibra e avrete la piastra pulita e lucida!

Bicarbonato e limone

Un altro metodo interessante che potete prendere in considerazione per pulire la piastra del ferro è una miscela con bicarbonato e limone!

Prendete una ciotola e versate all’interno 1 cucchiaio di bicarbonato, dopo aggiungete succo di limone a filo e mescolato fino ad ottenere una pasta densa.

Spargete il composto sulla piastra e strofinate con una spugnetta o con una spazzolina dalle setole morbide.

In seguito risciacquate e asciugate!

Sapone di Marsiglia

L’ultimo consiglio è per chi vuole usare un metodo molto delicato e profumato!

Il sapone di Marsiglia si presta benissimo nei rimedi naturali perché ha una forte azione sgrassante, ma allo stesso tempo riesce ad essere delicato e a non danneggiare le superfici.

Per usare questo metodo, potete inumidire la piastra con un panno in microfibra e strofinare sopra il panetto di sapone. In seguito togliete le macchie con una spugnetta e risciacquate.

Se desiderate usare il sapone di Marsiglia liquido, dovrete metterne un po’ direttamente sulla spugnetta e compiere lo stesso passaggio sopra descritto.

Pulizia della caldaia

In ultimo vediamo come compiere una buona pulizia della caldaia!

Per farlo vi bastano due semplici ingredienti, aceto e acqua demineralizzata.

Questo metodo vi permetterà di sciogliere tutto il calcare che si forma con i vari utilizzi del ferro, è importantissimo infatti avere una caldaia prima di incrostazioni.

Bisogna soltanto riempire il serbatoio metà con acqua e metà con aceto, successivamente azionate la caldaia per scaldare l’acqua e fare fuoriuscire il vapore dal ferro.

Una volta finita questa operazione, lasciate la caldaia aperta per eliminare la puzza d’aceto.

Nel caso in cui vogliate un metodo alternativo, potete seguire lo stesso procedimento mettendo nella caldaia una miscela di un litro d’acqua e 150 grammi di acido citrico.

Avvertenze

Ricordo ancora di compiere i passaggi col ferro spento, tranne che per la caldaia. Occorre sempre seguire le indicazioni del ferro da stiro per evitare di danneggiarlo.