come-organizzare-pulizie-primavera

Come organizzare le pulizie di primavera in casa?

Ma quanto cambia il nostro umore nel vedere queste belle giornate di sole che anticipano l’arrivo della primavera? Sembra quasi che aumenti la voglia di uscire e di stare all’aperto!

Le temperature ideali, inoltre, ci permettono anche di dedicarci alle faccende domestiche sfruttando la possibilità di avere finestre e porte aperte a lungo.

Per procedere con la pulizia di quelle superfici o luoghi a cui di solito non diamo molta attenzione, però, potrebbe essere necessario organizzarsi così da non omettere nulla. Vediamo come fare!

Prima di iniziare

Prima di vedere come organizzarci per pulire a fondo tutta la casa, è importante capire se vogliamo procedere un po’ alla volta, o fare tutto in poche giornate.

Potete, per esempio, scegliere di pulire l’intera casa pian piano, dedicandovi magari ogni giorno a una mansione o stanza, oppure preferire una sessione di pulizie più intensa.

Prima, poi, di procedere con la pulizia, vi consigliamo innanzitutto di far arieggiare le stanze, così da permettere alla luce del sole e all’aria pulita di prevenire la formazione di muffe e di acari.

Dopodiché, continuate con alcuni interventi speciali, come per esempio la rimozione di muffe e di ragnatele dalle pareti.

A questo punto, scegliete le stanze da pulire, partendo sempre da quelle meno abitate della casa e che avete pulito meno durante l’inverno. Vi suggeriamo, infatti, di lasciare sempre per ultime la cucina e il bagno.

Ah dimenicavo... se ti piacciono i miei rimedi naturali puoi riceverli ogni giorno direttamente su WHATSAPP, così non te ne perderai neanche uno! Ecco come fare.. ti aspetto!

Camera da letto e stanza dei bambini

Tra le stanze che utilizziamo di meno, figura sicuramente la camera da letto o la camera dei bambini, le quali viviamo quasi esclusivamente di notte per dormire.

Prima di vedere insieme come pulirle, vi consigliamo di buttare tutto ciò che non vi serve più così da far ordine e facilitare il processo di pulizia. Procedete, poi, con le pulizie, seguendo questa lista di cose da fare:

  • Rimuovete dapprima le tende, i piumoni, le lenzuola ed eventuali tappeti e mettete a lavare il tutto;
  • Togliete la polvere in tutta la stanza, iniziando sempre dall’alto (sarebbe bene eliminare prima la polvere dalla parte superiore dei mobili e dai lampadari) per evitare che possa poi cadere giù quando avete già pulito la stanza;
  • Svuotate gli armadi, e fate il cambio stagione, accertandovi anche di buttare tutto ciò che non serve più;
  • Pulite, quindi, negli armadi e riponete di nuovo i vostri capi;
  • Rinfrescate e lasciate arieggiare i materassi, dopodiché puliteli con l’aspirapolvere o con la pulitrice a vapore
  • Lavate le porte e le finestre.
  • Passate l’aspirapolvere per tutta la stanza, avendo cura di spostare tutto e rimuovete la polvere anche dietro i mobiletti, sotto al letto e in tutti gli angoli più nascosti.
  • Lavate il pavimento

Cucina

Dopo aver pulito le stanze da letto, passiamo alla cucina, la quale è soggetta alla pulizia quotidiana poiché è molto frequentata. Per pulirla a fondo, però, e soffermare l’attenzione anche sulle superfici che solitamente omettiamo, vi consigliamo di seguire questi passaggi:

  • Svuotate il frigorifero e il congelatore, buttando tutti i prodotti scaduti o comunque non riutilizzabili e procedete, poi, con la loro pulizia;
  • Togliete la polvere e pulite sui lampadari, mobili e su eventuali mensole. Nel caso dei mobili, sarebbe bene coprirli con fogli di giornale così da facilitare il lavoro la prossima volta;
  • Svuotate i pensili, buttate tutto ciò che è scaduto o non vi serve e puliteli a fondo;
  • Lavate le superfici esterne dei pensili;
  • Disincrostate il forno e il microonde e togliere quelle macchie tanto ostinate;
  • Pulite la cappa della cucina, il piano cottura e il lavandino;
  • Pulite le porte, finestre e le tapparelle;
  • Passate l’aspirapolvere
  • Lavate i pavimenti

Bagno

Infine, passiamo alla pulizia del bagno, l’ambiente della casa più soggetto allo sporco e ai cattivi odori. Sebbene ci dedichiamo a questa stanza quotidianamente, è bene sempre soffermarsi un po’ di più durante le pulizie primaverili e procedere in quest’ordine:

  • Iniziate con il buttare tutto ciò che non è più utilizzabile come i flaconi vecchi dello shampoo, bagnoschiuma o creme;
  • Spostate tutti gli oggetti presenti in bagno che possono essere d’intralcio per la pulizia, come il porta scopino o eventuali cestini e ceste della biancheria;
  • Togliete la polvere, sempre proseguendo dall’altro verso il basso: partendo, quindi, dai lampadari o la superficie superiore dei pensili;
  • Spruzzate un detergente nel wc e lasciatelo agire per circa 10 minuti (vi consigliamo un detergente fai da te, fatto di aceto e bicarbonato);
  • Lavate il lampadario, le finestre e i davanzali;
  • Togliete le macchie di muffa e le macchie nere della vasca da bagno, dagli angoli della doccia, dalle piastrelle e dai battiscopa;
  • Pulite a fondo tutti i sanitari;
  • Effettuate un lavaggio a vuoto a 90 gradi in lavatrice per rimuovere tutto lo sporco e il calcare;
  • Pulite a fondo lo specchio;
  • Togliete la polvere dal pavimento, passando l’aspirapolvere;
  • Lavate i pavimenti

E voilà: la vostra casa sarà pulita da cima a fondo!

Quando si fanno le pulizie di primavera?

Vi consigliamo di dedicarvi alle pulizie quando il clima diventa stabilmente più caldo e sereno, magari dopo che non ricorrete più al riscaldamento.

Perché si dice pulizie di primavera?

La tradizione delle pulizie di primavera deriva dall’usanza ebraica di pulire la casa in corrispondenza della Pesach (Pasqua) in un rituale che unisce l’aspetto pratico a quello spirituale.

Come mantenere la casa pulita tutti i giorni?

Vi consigliamo innanzitutto di areare gli ambienti per 5 minuti ogni giorno, di rifare il letto ogni mattina, di sciacquare il lavandino del bagno dagli schizzi, di
passare il tergivetro sui vetri dopo ogni doccia e di pulire il piano cottura dopo ogni uso.

Come fare le pulizie di Pasqua?

Togliete la polvere dai lampadari e dai quadri, pulite gli specchi e i termosifoni, pulite mobili e soprammobili. Ricordatevi, poi, di pulire a fondo i battiscopa quindi passate ai tappeti: sbatteteli energicamente lasciandoli qualche ora al sole.

Quante volte si pulisce la casa?

In linea generale, vi consigliamo di pulire la cucina e il bagno ogni giorno, avendo cura di pulire soprattutto le superfici che utilizziamo. Mentre per le altre stanze, è possibile anche procedere con la pulizia una volta a settimana!