come-assorbire-umidita-casa

Come ridurre l’umidità in casa con 3 semplici rimedi naturali

Non c’è niente di peggio di avere umidità in casa, in quanto non solo tende a produrre cattivi odori ma è anche un rischio per la nostra salute.

I motivi per cui aumenta sono vari e a volte è davvero difficile contrastare la sua formazione nonostante tutti gli sforzi.

Per questo, oggi vedremo insieme 3 semplici rimedi naturali in grado di ridurre l’umidità in casa in maniera facile e veloce!

Metodo del sacchetto

Il primo trucchetto consiste nell’utilizzare un sacchetto in cui mettere alcuni ingredienti in grado di assorbire l’umidità e ridurre, quindi, il suo tasso in casa.

Scegliete, quindi, un sacchetto di medie dimensioni e riempitelo con del riso, il quale ha la capacità di assorbire l’acqua naturalmente.

Dopodiché, mettete questo sacchetto (o più di uno) negli angoli della casa più soggetti all’umidità e il gioco è fatto. In alternativa al riso, potete anche servirvi di altri ingredienti, quali il sale grosso e il bicarbonato, i quale vantano, come il riso, una forte capacità assorbente.

Vi consigliamo, però, di sostituire gli ingredienti ogni paio di giorni, ovvero quando notate che avranno assorbito tutta l’umidità. Potete, in alternativa, anche tostarli nel forno e riutilizzarli, così da evitare gli sprechi.

Trucchetto della bottiglia

Altrettanto efficace e semplice da provare è il trucco della bottiglia, il quale agirà da deumidificatore fai da te e aiuterà ad abbassare i livelli di umidità presenti in casa in maniera del tutto naturale!

Ah dimenicavo... se ti piacciono i miei rimedi naturali puoi riceverli ogni giorno direttamente su WHATSAPP, così non te ne perderai neanche uno! Ecco come fare.. ti aspetto!

Tutto ciò che vi serve è una bottiglia di plastica e 150 grammi di sale grosso. Iniziate, quindi, con il tagliare la bottiglia di plastica a metà, ricordandovi di lasciare la parte del fondo più alta rispetto alla parte alta, in quanto dovrà essere la base.

Nella parte alta della bottiglia (per intenderci, dove c’è il tappo), aggiungete 150 grammi di sale grosso e lasciatela, poi, nel congelatore per una notte.

Una volta congelato il sale al suo interno, fate dei buchi sul tappo e collocate questa parte della bottiglia sopra l’altra metà della bottiglia che è il fondo), rivolgendo il tappo verso il basso.

A questo punto, mettete questo deumidificatore fai da te negli angoli della casa più soggetti all’umidità e il gioco è fatto! Noterete che il sale assorbirà l’umidità e la trasformerà in acqua che finirà nel fondo della bottiglia.

Anche in questo caso, vi ricordiamo di cambiare le bottiglie ogni 3-4 giorni e di fare asciugare il sale in forno per circa 15 minuti.

Deumidificatore profumato

Infine, vediamo insieme come realizzare un deumidificatore fai da te, in grado non solo di ridurre il tasso di umidità ma anche di profumare la vostra casa in maniera del tutto naturale!

Il procedimento è molto semplice e avrete bisogno di:

  • 250 grammi di sale grosso
  • 1 bustina di tè
  • 5 gocce di olio essenziale
  • 1 busta di plastica
  • 1 vasetto di vetro

Innanzitutto, stendete la busta di plastica e ritagliate un quadrato tanto grande così da ricoprire l’orlo del barattolo.

Poi, versate nel barattolo circa 250 grammi di sale, il contenuto di una bustina di tè e mescolate il tutto. A questo punto, aggiungete le gocce di olio essenziale dalla fragranza che più preferite, mettete il quadratino di plastica sul barattolo e chiudete il coperchio.

Lasciate il barattolo chiuso per 3 giorni, ricordandovi di agitarlo di tanto in tanto per amalgamare gli ingredienti, infine, svitate il tappo e collocatelo nelle zone più umide della casa.

Sentirete un’ondata di profumo e la vostra casa sarà libera dall’umidità!

Avvertenze

I metodi descritti sono del tutto naturali. Tuttavia, se il problema dell’umidità non dovesse risolversi con i rimedi suggeriti, vi consigliamo di consultare un esperto per risolvere il problema.

Cosa fare quando c’è umidità in casa?

Per abbassare l’umidità in casa, è consigliabile farla arieggiare quotidianamente per almeno 10 minuti, evitare il ristagno dell’acqua nei sottovasi delle piante da interno, non lasciare asciugare i panni all’interno, usare un termoventilatore in bagno e utilizzare la cappa aspirante durante la cottura dei cibi.

Che percentuale di umidità bisogna avere in casa?

Si dovrebbe mantenere un livello di umidità che va dal 50 al 60% per non avere problemi di cattivi odori o di salute. Se i livelli di umidità scendono sotto il 40%, si parla, invece, di ambiente secco.

Quale sale usare per deumidificare?

Vi consigliamo di utilizzare il sale grosso, in quanto vanta una forte capacità assorbente. Inoltre, per evitare gli sprechi, può essere tostato nel forno nel momento in cui risulterà umido e, quindi, riutilizzato all’interno del proprio deumidificatore casalingo.

Come costruire un Assorbiumidità?

Per costruire un “Assorbi – umidità”, dovrete semplicemente mettere un po’ di sale da cucina o il bicarbonato di sodio in una ciotola e posizionarla, poi, negli angoli della casa più soggetti all’umidità. Sostituite, poi, questi ingredienti ogni 2 o 3 giorni.

Come deumidificare gli armadi?

Se avete problemi di umidità nei vostri armadi, allora vi consigliamo di lasciarli arieggiare quotidianamente e di collocare negli angoli dell’armadio dei sacchetti contenenti bicarbonato o sale grosso.