Nelle faccende di casa sia quotidiane che approfondite, ci rendiamo conto molto spesso che prenderci cura dei panni richiede una notevole quantità di tempo.

Questo perché ci sono delle varie fasi, dalla divisione degli indumenti prima di metterli in lavatrice fino all’asicugatura.

Inoltre, non sempre va tutto liscio e spesso il bucato si può macchiare, bucare oppure può puzzare.

Vi è mai capitato un fenomeno del genere? Non è molto raro, soprattutto in luoghi dove c’è molta umidità, andare incontro a cattivi odori sui panni dopo il lavaggio.

Oggi vedremo insieme perché il bucato puzza anche dopo averlo lavato!

Cestello chiuso

La prima e più comune causa di un bucato che puzza è avere il cestello chiuso per troppo tempo.

Quando, infatti, effettuiamo il bucato, bisognerebbe subito aprire lo sportello e prelevare i panni dal cestello per stenderli.

Un mancato adempimento a questi consigli può portare non solo alla puzza sugli indumenti a causa dell’acqua che ristagna senza passaggio d’aria, ma i panni, essendo attaccati tra di loro, si possono macchiare.

Per tale ragione, programmate la lavatrice quando sapete di poter stendere subito i panni!

Troppo o poco detersivo

Sembrerà paradossale, ma mettere troppo detersivo in lavatrice quando si effettua il bucato può essere una delle principali ragioni della puzza.

Sapete perché? Quando l’acqua arriva nel cestello della lavatrice, non riesce a trascinare il detersivo in eccesso che avete messo e questo resta attaccato tra le fibre dei vestiti indurendoli e generando cattivi odori.

Naturalmente il discorso è anche all’inverso, inserire poco detersivo all’interno della vaschetta della lavatrice può comunque dar problemi di puzza.

Insomma, bisogna trovare l’equilibrio giusto!

Carico eccessivo

A volte abbiamo troppi panni lavare e quindi preferiamo fare pochi cicli di lavaggio, ma con una quantità esorbitante di vestiti.

Questo non sempre è un bene, vi può anche capitare che il carico sia talmente eccessivo da impedire all’acqua di penetrare bene tra tutti i vestiti che di conseguenza non sono lavati a dovere.

Per tale ragione non caricate mai troppi capi nel cestello della lavatrice, prediligete più lavaggi, ma accurati!

Lavatrice sporca

Effettuare il lavaggio della lavatrice è una parte fondamentale del problema che stiamo affrontando oggi.

Quando la lavatrice è sporca, va da sé che lo saranno anche i panni!

Pensate a quanto calcare, residui di detersivo o muffa possono restare attaccati alla guarnizione, al cestello, alla vaschetta o all’oblò della lavatrice.

Diventa quindi di primaria importanza assicurarvi di avere tutte le componenti sempre pulite!

Potete effettuare dei lavaggi a vuoto una volta al mese con acido citrico, sale, bicarbonato o altri ingredienti naturali!

Lavaggio troppo breve

Spesso e volentieri anche fare un lavaggio troppo breve provoca cattivi odori.

A tal proposito ricordate che è fondamentale leggere le etichette di lavaggio dei vestiti prima di lavarli, questo eviterà di stare là a capire qual è il modo migliore per ottenere dei capi sempre come nuovi.

Ci sono alcuni indumenti che richiedono lavaggi lunghi, pensate ai vestiti da lavoro che generalmente sono più sporchi, agli stracci della cucina e così via.

Dunque, tornando al discorso di voler fare tanti lavaggi, è meglio che programmiate la lavatrice in modo giusto e con i tempi giusti.

Temperature basse

Infine l’ultimo problema che può generare un bucato che puzza sono le temperature basse.

Saprete infatti che ogni capo ha la sua temperatura massima con cui dev’essere lavato, questo è un altro fattore segnalato dalle etichette di lavaggio.

Ebbene, quando invece non rispettiamo le temperature indicate, oppure mettiamo dei panni molto sporchi in lavatrice senza avviare un lavaggio a temperature alte, gli odori non si neutralizzeranno per bene.

Per cui controllate sempre quali sono le temperature migliori per i vostri capi!

Avvertenze

Quelli descritti sono dei suggerimenti che possono farvi capire la ragione di un bucato che puzza. Tuttavia ricordate di ascoltare il parere di un esperto nel caso in cui dovessero esservi problemi di altra natura.