metodo-sacchetto-calcare-rubinetti

Come usare il Metodo del Sacchetto per togliere il calcare

Il calcare rappresenta il principale nemico delle nostre tubature. Riduce il flusso dell’acqua e può compromettere la funzionalità di rubinetti e soffioni.

Talvolta però, si tratta di oggetti che non si possono smontare e che quindi rendono difficile una pulizia interna.

Se, in questo caso, pensate che rimuovere il calcare sia impossibile, abbiamo la soluzione che fa per voi. Perché oggi scoprirete come toglierlo con il metodo del sacchetto!

Per iniziare

Vi sono molti modi per eliminare il calcare in modo naturale. Il metodo del sacchetto, dunque, è l’ideale quando non possiamo occuparci di ogni singolo componente del nostro miscelatore.

Vediamo subito come realizzarlo con ciò che avete in casa!

Con l’Aceto

Si sa che l’aceto ha spiccate proprietà anti-calcare, tali da essere utilizzato non solo per l’acciaio ma anche per specchi e vetri.

In questo caso però, per potenziare l’effetto sarà necessario il soccorso anche di un altro ingrediente. Scopriamo di che si tratta!

Ingredienti

  • 2 bicchieri di aceto di vino bianco
  • mezzo bicchiere di bicarbonato
  • un sacchetto di plastica
  • un elastico

Procedimento

Come prima cosa, aprite per bene il sacchetto di plastica e versateci l’aceto di vino bianco. Aggiungete poi, il bicarbonato di sodio.

Ah dimenicavo... se ti piacciono i miei rimedi naturali puoi riceverli ogni giorno direttamente su WHATSAPP, così non te ne perderai neanche uno! Ecco come fare.. ti aspetto!

Comincerete a vedere i primi effetti sin da subito, proprio perché scatterà una reazione super effervescente!

A questo punto, prendete il sacchetto e avvicinatelo all’oggetto da trattare, immergendo all’interno della soluzione il filtro del rubinetto o il soffione della doccia.

Ora non vi resta che legarlo al soffione con l’elastico, in modo da tenerlo ben saldo per almeno tutta la notte.

Assicuratevi sempre che la parte da trattare sia completamente immersa nel liquido.

La mattina seguente rimuovete il sacchetto e azionate il getto d’acqua al fine di rimuovere tutti i residui!

Con l’Acido citrico

In alternativa, possiamo provare con l’acido citrico. Oltre ad ammorbidire i nostri capi in modo naturale, è un toccasana per i nostri elettrodomestici come la lavastoviglie e la lavatrice.

Come già visto con l’aceto, tutto ciò che dovrete fare sarà riempire un sacchetto di plastica con 2 bicchieri d’acqua e 4 cucchiai di acido citrico. Per questo trucchetto, potete comodamente utilizzare delle bustine per surgelati.

Avvolgete il sacchetto attorno al miscelatore o soffione e fissatelo con un elastico. Prima di legarlo, verificate sempre che il liquido raggiunga tutte la zona da trattare.

Lasciate, poi, agire per una notte intera, in modo da permettere alla soluzione di raggiungere anche i punti più nascosti.

Il giorno seguente rimuovete il sacchetto e aprite il rubinetto. La fuoriuscita dell’acqua favorirà l’eliminazione di tutti i depositi di calcare.

Altri Consigli utili

Qualora aveste difficoltà a legare il sacchetto con un elastico, potreste anche utilizzare del nastro adesivo.

In questo caso però, dovrete utilizzarne uno molto resistente come il nastro isolante. Per sigillarlo in modo rapido ed efficiente, vi consigliamo di staccarne la parte iniziale senza tagliarlo e appoggiarlo con la parte appiccicosa su una superficie accanto a voi.

In questo modo, per voi sarà più semplice prenderlo e applicarlo sul miscelatore. Fate giri sufficienti a tenerlo ben saldo e poi tagliate aiutandovi con un paio di forbici.

Avvertenze

Consigliamo di consultare le etichette di produzione prima di provare i rimedi suggeriti.

Inoltre, vi invitiamo a consultare un tecnico specializzato, qualora il problema dovesse ancora persistere.