bastoncino-salvia-rosmarino

Come fare il Bastoncino di Salvia e Rosmarino per purificare la casa

Avete mai sentito parlare del bastoncino di salvia e rosmarino?

Si tratta di una sorta di rituale che ha alle spalle secoli e secoli di storia e tradizione. Originariamente, veniva utilizzato dai nativi americani per purificare l’aria e allontanare le energie negative.

Quindi, se hai bisogno di good vibes, resta connesso perché oggi ti mostreremo come realizzarlo in casa!

Proprietà

Perché scegliere la salvia e il rosmarino? Come ben sappiamo, entrambe rientrano nella famiglia delle erbe aromatiche, e per questo molto utilizzate e apprezzate per guarnire i piatti e intensificarne i sapori e gli odori.

E non solo. Parliamo di due tipologie che riscuotono anche un discreto successo nel campo dell’erboristica. La salvia, ad esempio, possiede proprietà antisettiche, antinfiammatorie e balsamiche.

E al tempo stesso, il rosmarino, principalmente noto per le sue proprietà antiossidanti, viene comunemente preferito contro lo stress.

A dirla tutta, il potenziale del rosmarino non finisce qui. L’abbiamo visto spesso utilizzare come antiparassitario e per contrastare i cattivi odori in casa.

Ingredienti

La salvia e il rosmarino rappresentano gli elementi indispensabili per il nostro trucchetto.

Ah dimenicavo... se ti piacciono i miei rimedi naturali puoi riceverli ogni giorno direttamente su WHATSAPP, così non te ne perderai neanche uno! Ecco come fare.. ti aspetto!

Se non disponete di una piantina di salvia sul balconcino di casa, potete tranquillamente reperirne le foglie secche in erboristeria o al mercato.

Lo stesso discorso vale anche per il rosmarino, probabilmente più facile da trovare soprattutto per il suo frequente utilizzo.

Ad ogni modo, una volta procurati un paio di ramoscelli per piantina, se ancora freschi, bisogna essiccarli.

Come fare? Basta semplicemente appenderne un fascetto all’esterno, aiutandovi magari con un po’ di spago. Per far sì che tutto vada a buon fine, sarà necessario lasciarli all’aperto per almeno una settimana.

Inoltre, quella dell’essicazione è una procedimento al quale le foglie vengono spesso sottoposte quando si vuole conservarle in cassetti o in dispensa per profumare gli ambienti e allontanare le tarme.

Importante: Ricordate di portare dentro casa i fasci di salvia di notte, altrimenti la rugiada e l’umidità potrebbero alterare il processo di essiccazione.

Procedimento

Una volta essiccati, possiamo procedere con la preparazione vera e propria.

Ovviamente oltre alle erbe vi occorrerà anche dello spago o un semplicissimo filo di cotone.

Quindi, tutto ciò che dovrete fare sarà mettere insieme un bel po’ di ramoscelli insieme e legarli.

Al fine di rendere il tutto più agevole, fate passare il filo più e più volte attorno al mazzetto, creando una sorta di spirale continua.

Inoltre, qualora voleste un’aroma più intenso potreste anche aggiungere un rametto di pino.

Preparate un contenitore

Prima di iniziare, è molto importante procurarsi un contenitore nel quale appoggiare il bastoncino in fumo.

Per questo, ne consigliamo uno in terracotta o porcellana, riempito con un po’ di sabbia o terriccio.

Secondo la tradizione, inoltre, anche la scelta del contenitore potrebbe fare la differenza sull’efficacia del rito di purificazione. Prediligetene, dunque, uno che abbia per voi un significato per attivare il tutto nel migliore dei modi.

Cose che non sapevi: le tribù di nativi americani erano soliti utilizzare una conchiglia, che richiamasse in questo modo il collegamento naturale con l’acqua.

Come usare i bastoncini

Ora che è tutto pronto, possiamo procedere con il rituale. Ma affinché faccia il dovuto effetto, è fondamentale tenere le finestre di casa aperte prima di iniziare.

Questo passaggio, infatti, favorirebbe la fuoriuscita di tutte le energie negative intorno a noi. In realtà, ciò è anche utile per far sì che tutto il fumo non si vada a depositare insistentemente in casa.

Per cui, una volta seguito le indicazioni, con una candela o un accendino accendete una delle estremità del bastoncino.

Dovrà essere un’operazione molto delicata, proprio perché le erbe non dovranno prendere fuoco, ma la fiamma dolce dovrà spegnersi poco dopo permettendo al bastoncino di bruciarsi molto lentamente.

Appoggiatelo, dunque nel contenitore, magari passeggiando anche per casa, la quale sarà avvolta da un piacevolissimo profumo.

Importante: tenete a portata di mano dell’acqua, in modo da utilizzarla nel caso in cui le fiamme dovessero diventare eccessive. In caso di fumo eccessivo, spegnete subito i bastoncini.

Come purificare con il rosmarino?

Per purificare l’aria con il rosmarino, basta legare dei rametti essiccati e accenderne un’estremità con un accendino. Ricordate di avere a portata di mano un contenitore in cui appoggiarlo e tutta la negatività si allontanerà.

Come si fa l’incenso di salvia?

Disponete delle foglie secche di salvia in un contenitore in terracotta e accendetele con una candela. Subito dopo, soffiateci su spegnendo la fiamma. Ciò farà sì che le foglie si vadano a bruciare lentamente rilasciando tutta la loro essenza.

Come fare un incenso naturale?

Per fare un incenso naturale basta legare con uno spago i ramoscelli essiccati di salvia e rosmarino e accenderne un’estremità con una candela. In questo modo tutta la loro essenza si diffonderà in tutta la stanza.

Quali sono i benefici del rosmarino?

Il rosmarino ha proprietà antiossidanti e antisettiche. Migliora l’infiammazione e i dolori articolari.

Avvertenze

Il rimedio proposto non deve assolutamente essere inteso come sostitutivo o equivalente a cure o rimedi di natura medica. Chiunque avesse problemi di salute deve rivolgersi al proprio medico.

Ricordiamo, inoltre, di spegnere subito i bastoncini in caso di fumo eccessivo.