muffa-doccia-ovatta

Il trucchetto dell’ovatta per togliere la muffa nella doccia!      

Non c’è niente di peggio che ritrovarci la muffa in casa! Spesso, però, è facile notarla soprattutto negli ambienti che accumulano umidità e vapore, come per esempio il bagno!

Quante volte, infatti, vi è capitato di vedere macchie di muffa in particolare sul silicone della doccia o della vasca?

Per fortuna, però, abbiamo noi il rimedio che fa per voi: il trucchetto dell’ovatta. Vediamo insieme come fare!

Procedimento

Il procedimento per provare questo trucchetto è davvero molto veloce e semplice. Inoltre, richiede l’utilizzo di pochi ingredienti che sicuramente avrete già in dispensa o, comunque, facili da reperire. Munitevi, quindi, di:

  • 500 ml di acqua
  • 1 cucchiaio e mezzo di acqua ossigenata al 3%
  • 1 cucchiaio e mezzo di sale fino
  • 2 cucchiai di bicarbonato
  • Ovatta q.b

In un secchio contenente acqua, lasciate sciogliere il sale, il bicarbonato e l’acqua ossigenata. Dopodiché, mescolate il tutto e immergete più batuffoli di ovatta nella miscela così ottenuta fino a farli impregnare.

A questo punto, non vi resta che applicarli lungo il bordo del piatto della doccia o della vasca o, comunque, sull’area interessata dalla presenza della muffa fino a formare una sorta di recinto e lasciarli agire per circa 1 ora.

Infine, spostate prima un po’ il batuffolo per accertarvi che la muffa sia scomparsa e in caso positivo, risciacquate accuratamente e procedete con la pulizia ordinaria: la muffa sarà solo un brutto ricordo!

Altri rimedi casalinghi per toglierla

Per quanto efficace il trucchetto dell’ovatta, non è l’unico in grado di togliere la muffa dalla vostra doccia. Per fortuna, infatti, ci sono altri rimedi in grado di venire in nostro soccorso in questi casi. Vediamoli insieme!

Ah dimenicavo... se ti piacciono i miei rimedi naturali puoi riceverli ogni giorno direttamente su WHATSAPP, così non te ne perderai neanche uno! Ecco come fare.. ti aspetto!

Limone e bicarbonato

Il limone è un agrume noto a partire dalle nostre nonne per le sue molteplici proprietà: pulenti, sgrassanti, sbiancanti, anticalcare e anti-odore. Inoltre, è anche una manna dal cielo per eliminare la muffa!

Combinato con il bicarbonato, poi, l’effetto è assicurato! In questo caso, quindi, versate un po’ di bicarbonato direttamente sulla macchia di muffa, bagnatela, poi, con acqua calda e lasciate agire il tutto per circa mezz’ora.

Dopodiché, aggiungete un po’ di acqua, metà cucchiaio di bicarbonato e il succo di un limone in uno spruzzino e vaporizzate la miscela così ottenuta sulla macchia cosparsa di bicarbonato.

Infine, strofinate sulla macchia servendovi di una spugnetta abrasiva e ripetete l’operazione se la muffa è ancora presente.

Acido citrico

Oltre al limone e bicarbonato è possibile anche utilizzare l’acido citrico, il quale risulta essere molto efficace in caso di macchie di muffa, grazie alla sua azione anticalcare e al suo potere sbiancante.

Versate, quindi, 150 grammi di acido in un litro di acqua e usate, poi, la miscela così ottenuta sulla macchia di muffa. Lasciatela agire per circa 15 minuti, dopodiché, utilizzate una spugnetta e strofinate delicatamente per rimuovere tutto lo sporco.

Come prevenirla

Infine, vediamo insieme come prevenire la formazione della muffa, seguendo alcuni accorgimenti. Innanzitutto, vi consigliamo sempre di aprire le finestre e lasciare arieggiare il bagno, in quanto la muffa tende a formarsi soprattutto negli ambienti con scarsa ventilazione ed eccessiva umidità.

Inoltre, sarebbe bene anche cercare di fare uscire sempre fuori il vapore quando fate la doccia, in quanto questo contribuisce alla formazione dell’umidità. L’ideale sarebbe quello di utilizzare un termoventilatore per tutta la durata della doccia e lasciarlo acceso anche per circa mezz’ora dopo.

In alternativa, potete anche utilizzare un deumidificatore fai da te, in grado di ridurre il tasso di umidità in casa. Aggiungete, quindi, del sale grosso in alcune ciotole e posizionatele nel bagno: questo rimedio sarà in grado di assorbire l’umidità in eccesso!

Avvertenze

Contattare uno specialista in caso di muffe nere molto ostinate; queste infatti possono essere dannose per la salute.

Come togliere la muffa nella doccia?

La muffa all’interno della doccia può essere tolta con l’acido citrico. Sciogliete 150 grammi di prodotto in 1 litro d’acqua, fate agire per qualche minuto e dopo strofinate.

Come togliere la muffa dal muro?

Per togliere la muffa dal muro potete usare diversi ingredienti naturali come l’acido citrico, il succo di limone, il bicarbonato di sodio o l’aceto.
Dovrete ricordare di non strofinare troppo e di tamponare delicatamente.

Come togliere la muffa senza candeggina?

Togliere la muffa senza candeggina è molto semplice!
Dovrete usare aceto bianco d’alcol, oppure una soluzione di 150 grammi di acido citrico in 1 litro d’acqua o ancora bicarbonato di sodio.

Come si usa il bicarbonato contro la muffa?

Il bicarbonato può essere l’ideale contro la muffa, soprattutto sui tessuti. Create una pasta densa con bicarbonato e acqua a filo, spalmate sulle aree interessate e lasciate asciugare, poi strofinate via il tutto delicatamente.

Come usare l’aceto per togliere la muffa?

L’aceto è un ingrediente ottimo per togliere la muffa. Riempite un contenitore spray per 3 parti con aceto e 1 parte con acqua. Vaporizzate sulle zone interessate, lasciate agire e dopo strofinate per mandare via lo sporco.