tenere-lavatrice-profumata

Come tenere la lavatrice sempre profumata?

La lavatrice è un elettrodomestico essenziale nella vita di tutti i giorni. Ci garantisce capi morbidi, puliti e profumati con il minimo sforzo.

Talvolta però, nonostante i minuziosi accorgimenti possiamo ritrovarci dei problemini come i cattivi odori.

Si tratta di una situazione da non sottovalutare anche perché può compromettere anche la riuscita del nostro bucato. E se vi è capitato almeno una volta, oggi scopriremo come mantenere la lavatrice sempre profumata!

Cause

I motivi principali per cui la lavatrice può presentare mal odori sono molteplici.

Innanzitutto, gli accumuli di calcare nelle tubature. Come ben sappiamo, si va a depositare al contatto con l’acqua per cui risulta quasi inevitabile in queste circostanze!

Poi ancora l’utilizzo eccessivo di detersivi, che oltre a non fare del bene alle fibre dei nostri tessuti ha un impatto negativo anche sulla lavatrice stessa. A lungo andare, infatti, non solo possono puzzare ma possono trasmetterla anche ai capi.

Ed infine, eventuali ostruzioni dovute a capelli o fazzoletti ritrovati sui e nei vestiti, così come anche peli di animali.

Pertanto, è necessario effettuare una pulizia accurata di ogni componente al fine di eliminare ogni traccia e ogni fonte di cattivo odore. Vediamo subito di che si tratta!

Ah dimenicavo... se ti piacciono i miei rimedi naturali puoi riceverli ogni giorno direttamente su WHATSAPP, così non te ne perderai neanche uno! Ecco come fare.. ti aspetto!

Cestello

Potremmo pensare che il cestello si lavi automaticamente durante il ciclo con i capi. É sempre a contatto con acqua e detersivo come potrebbe essere altrimenti?

Ma per le ragioni prima elencate, è una parte da non trascurare e per la quale è necessario effettuare dei cicli a vuoto periodicamente.

Tutto ciò che dovrete fare sarà sciogliere 150 gr di acido citrico in un litro di acqua molto calda e versarla nel cestello vuoto, vale a dire senza bucato al proprio interno.

Selezionate, poi, un lavaggio lungo ad alte temperature (almeno 60°). Ciò garantirà una pulizia efficace ed efficiente.

Guarnizione

La guarnizione ci riserva ogni volta tante sorprese, ci ritroviamo tutti gli oggetti che dimentichiamo nei nostri capi come fazzoletti ma anche sugli stessi come capelli e peli di animale.

Per cui sarebbe l’ideale pulirla con uno straccio umido dopo ogni utilizzo, rimuovendo ogni elemento al suo interno.

Per un risultato ancora più efficace, consigliamo di pulirla con del sapone di Marsiglia aiutandovi sempre con un panno umido. Infine, risciacquatela ed eccola pronta!

Cassetto

Probabilmente il cassetto è quello che ci fa maggiormente dannare. Guai a trascurarlo per troppo tempo, tutti i residui di detersivo e ammorbidente possono ammuffirsi e generare cattivi odori, oltre che a comprometterne la pulizia!

Si tratta, infatti, di un’operazione da fare almeno ogni due mesi.

Come prima cosa, aprite il cassetto e premete il pulsantino generalmente localizzato sullo scomparto destinato all’ammorbidente. Se così non fosse, potreste trovarlo sulla destra.

Fate pressione ed estraete il cassetto. Successivamente, scomponetelo in ogni sua parte e immergetelo in una bacinella piena di acqua calda e con 3 bicchieri di aceto di vino bianco.

Lasciate poi in ammollo per circa 20 minuti. Ciò permetterà a tutti i residui di ammorbidirsi, rendendone più facile la rimozione.

Trascorso questo tempo, procuratevi uno spazzolino da denti che non usate più e strofinate su tutta la zona con del sapone di Marsiglia liquido. Mi raccomando a non trascurare anche gli angolini più nascosti.

Sciacquate, infine, sotto l’acqua corrente e asciugate con uno strofinaccio. Non vi resta che montare tutti i pezzi del vostro cassetto ed inserirlo.

D’ora in poi, i vostri lavaggi saranno sempre profumati!

Filtro

Ed infine, non dobbiamo dimenticarci del filtro. Quel cassettino posizionato di solito nell’angolo in basso a destra.

Prima di aprire lo sportello è fondamentale prepararsi ad ogni evenienza. Posizionate, dunque, nella zona sottostante un panno grande in microfibra e riponeteci sopra una bacinella dai bordi non troppo alti.

Ciò potrebbe esservi utile qualora alla rimozione del filtro uscisse molta acqua. Fatto ciò, estraetelo e mettetelo in ammollo in una soluzione a pari quantità di acqua e aceto.

Lasciatelo in posa per 30 minuti, dopodiché risciacquatelo sotto l’acqua corrente e asciugatelo per bene.

Inseritelo al proprio posto ed il gioco è fatto!

Come profumare la biancheria mentre si lava in lavatrice?

Lasciate la biancheria in ammollo per 30 minuti in acqua calda insieme e 2 tazze di aceto bianco. Dopodiché, effettuate un ciclo lungo in lavatrice. Ciò vi aiuterà ad eliminare i cattivi odori.

Come tenere profumata la lavatrice?

Oltre a lavare per bene ogni componente della lavatrice, potreste sempre aggiungere un misurino di aceto e qualche goccia di olio essenziale nello scomparto dell’ammorbidente.

Perché i panni in lavatrice non profumano?

Di solito i panni in lavatrice non profumano a causa di depositi di calcare, uso eccessivo di detersivo e possibili ostruzioni. Ma ciò può essere dovuto anche al cestello troppo pieno di panni che non ne consente il corretto lavaggio.

Cosa fare se i panni in lavatrice puzzano?

1) Lavali quanto prima
2) Non usare troppo detersivo
3) Preferisci temperature basse
4) No ai cicli brevi
5) Stendili subito
6) Pulisci la lavatrice

Avvertenze

Vi consigliamo di consultare l’etichetta di produzione prima di procedere con i rimedi suggeriti.

E ricordiamo, inoltre, di contattare un tecnico specializzato qualora il problema dovesse persistere.