piante-che-purificano-aria-casa

6 Piante per purificare l’aria di casa e renderla più pulita

Soprattutto in inverno, complice le porte chiuse, l’aumento del tasso di umidità e i vapori della cucina, l’aria della casa diventa davvero viziata.

La ridotta circolazione dell’aria, inoltre, fa sì che spesso sentiamo anche una puzza di chiuso per niente piacevole. La tentazione, quindi, è quella di spalancare le porte, ma con il freddo non sempre è possibile!

Per questo, vi confidiamo un segreto: esistono delle piante in grado di purificare l’aria di casa. Troppo bello per essere vero? Vediamo insieme quali sono!

Aloe Vera

Iniziamo dall’Aloe vera, una pianta grassa in grado di assorbire la puzza negli ambienti e le sostanze tossiche.

Tutto ciò che dovrete fare, quindi, è posizionarla in un angolo dove ci sia abbastanza luce, come per esempio vicino la finestra o su una mensola e innaffiarla quando il terreno è secco e asciutto (e non spesso), in quanto questa pianta risulta essere molto resistente.

Sebbene sia in grado di eliminare il benzene e la formaldeide, rendendo l’aria più pura e salutare, vi ricordiamo che, ovviamente, riesce a trattenere solo una piccola parte di queste sostanze nocive presenti nell’aria.

Come se non bastasse, poi, le sue foglie servono per assorbire l’umidità e per prevenire la formazione di muffa.

Dracena

Un’altra pianta in grado di purificare l’aria è la Dracena, la quale si presenta con un fusto sottile e lungo e ha delle foglie appuntite ed esotiche.

Ah dimenicavo... se ti piacciono i miei rimedi naturali puoi riceverli ogni giorno direttamente su WHATSAPP, così non te ne perderai neanche uno! Ecco come fare.. ti aspetto!

Come l’aloe, anche questa pianta è in grado di eliminare i cattivi odori e di assorbire alcune sostanze tossiche, come il tricloroetilene. Molto bella da esporre in cucina, vi consigliamo di collocarla in una zona non molto buia, poiché questa pianta vuole luce solarediretta al mattinoindiretta nel pomeriggio.

Pothos

Il Pothos è un’altra pianta da interni molto nota per le sue lunghe fronde e per le foglie a forma di cuore.

Oltre ad essere molto bella, però, è in grado di assorbire l’umidità dell’aria e alcune sostanze nocive. È consigliabile, quindi, metterla in cucina, in quanto questo è un ambiente soggetto ai cattivi odori dovuti ai vapori stessi sprigionati durante la preparazione dei pasti.

Posizionatela, quindi, su di una mensola della cucina, facendo scendere le sue affascinanti liane verso il basso: l’effetto sarà simile a quello di una cascata verde! Ricordatevi, però, di non innaffiarla molto durante i mesi freddi.

Filodendro

Se volete conferire alla vostra casa un tocco più selvatico, allora vi consigliamo il Filodendro, il quale, pur essendo simile al pothos, se ne distingue per le foglie un po’ più allungate.

La sua presenza in casa, quindi, aiuterà a purificare l’aria e a renderla più pulita, assorbendo anche le particelle tossiche presenti. Vi suggeriamo di riporla a terra o su una mensola e di tenerla sempre in un ambiente luminoso, lontano dalla luce diretta del sole che ne brucia le foglie. La sua temperatura ideale, inoltre, è sempre al di sopra dei 13 °C.

Sansevieria

La Sansevieria, chiamata anche lingua di suocera è nota per la sua grandissima resistenza e per le foglie molto lunghe che ha, le quali vantano un forte potere assorbente contro muffa e umidità.

Insomma, questa pianta purifica-aria sembra riuscire ad assorbire più di 100 sostanze nocive che sono presenti nell’aria tra cui monossido di carbonioformaldeidemonossido di azotobenzene e xilene.

Vi basterà, quindi, poggiarla sul davanzale delle finestre e innaffiarla con molta moderazione: addio aria viziata!

Ficus Elastica

Infine, ecco a voi l’ultima pianta che vi consigliamo per rendere più pura l’aria della vostra casa: il Ficus elastica, la quale ha foglie spesse e grandi, solitamente di color verde scuro.

Posizionatela, quindi, in casa, preferibilmente nelle stanze dove il tasso di umidità è più elevato e il gioco è fatto!

Video-trucchetti

E come se non bastasse, qui vedremo insieme anche un trucchetto per tenere lontani gli insetti dalle vostre piante!

Avvertenze

Se avete dubbi o domande su come prendervi cura di queste piante, potete rivolgervi al vostro fioraio o giardiniere di fiducia.

Qual è la pianta che assorbe l’umidità?

Una delle piante che assorbe l’umidità è la felce. Riesce a tollerare tranquillamente gli sbalzi termici, divenendo dunque prediletta in ogni periodo dell’anno.
Questo soprattutto perché, come le altre, è una pianta mangia-umidità che si presta non solo a rendere l’aria degli ambienti circostanti meno pesante ma anche a decorare maggiormente gli spazi.

Come non far creare muffa in casa?

Per non far creare muffa in casa, bisogna seguire alcuni piccoli accorgimenti. Primo fra tutti, tenere aperti gli infissi esterni per favorire il riciclo dell’aria, tenere poi costantemente asciutte le superfici e lasciare un po’ di spazio tra i mobili e le pareti.

Come non far appassire le piante?

Per non far appassire le piante bisogna conoscere bene le modalità di irrigazione e l’esposizione che a loro serve rispetto ai raggi solari. Inoltre è da tenere sotto controllo l’invasione di insetti e parassiti che le possono uccidere.