come-recuperare-campi-infeltriti

3+1 rimedi naturali per recuperare i capi infeltriti

Quando indossiamo i capi con una stoffa delicata come la lana, ci sentiamo subito a nostro agio perché si tratta di indumenti molto morbidi.

Tuttavia capita spesso che un lavaggio sbagliato può rendere la lana più dura e più compatta, al punto che ci dà fastidio e la sentiamo più stretta.

A volte strofiniamo, strizziamo e agitiamo troppo i capi che subiscono, di conseguenza, questa variazione.

Per evitare tali problemi, vediamo 3+1 rimedi naturali per recuperare i capi infeltriti!

Latte

Il latte ha delle ottime proprietà emollienti e tempo addietro veniva utilizzato dalle nostre nonne anche per sbiancare maggiormente i capi.

Tutto quello che dovrete fare è riempire una bacinella d’acqua, se usate due litri d’acqua tiepida, dovrete mettere mezzo litro di latte. Regolatevi con le quantità tenendo presente che la parte d’acqua deve superare di 3 volte il latte.

Lasciate i capi in ammollo per 3 ore, sempre andando a massaggiare ogni tanto, in seguito proseguite con il lavaggio normale. Non strizzate troppo i capi, altrimenti rischiereste di restringere di nuovo le fibre.

Bicarbonato di sodio

Il primo rimedio non poteva che essere il bicarbonato di sodio, molto usato sia in lavatrice che per il lavaggio a mano.

Ah dimenicavo... se ti piacciono i miei rimedi naturali puoi riceverli ogni giorno direttamente su WHATSAPP, così non te ne perderai neanche uno! Ecco come fare.. ti aspetto!

I capi infeltriti vanno pretrattati, quindi in questo caso sarà necessario metterli in ammollo.

Riempite, quindi, una bacinella con acqua tiepida e aggiungete 2 cucchiai colmi di bicarbonato di sodio. Lasciate in ammollo per 2 o tre ore e dopo lavateli normalmente.

Quando li mettete in ammollo e anche durante il tempo al bagno, è opportuno che massaggiate di tanto in tanto i capi, in modo da favorire l’apertura delle fibre.

Balsamo

Così come ammorbidisce i capelli, il balsamo è molto utile anche per rendere più flessibili e morbidi i capi infeltriti.

Naturalmente parlo sempre di un balsamo ecologico privo di agenti chimici e conservanti vari, dunque vi consiglio di usare questo.

Per procedere con questo rimedio, riempite una bacinella con acqua tiepida e versate 4 cucchiai di balsamo all’interno, fate in modo che si sciolga il più possibile.

Immergete poi i capi e lasciateli in posa per circa 2 o 3 ore, dopodiché lavateli normalmente. Potete anche usare un po’ di balsamo direttamente sulle mani per ammorbidire la stoffa.

Limone e aceto

Oltre al bicarbonato, per i casi più disperati il rimedio migliore è con limone e aceto.

Dovrete creare una soluzione spray con 200 ml di aceto di mele e il succo di un limone. Se i capi dovessero essere molti, aumentate le dosi considerando che ad ogni 200 ml d’aceto corrisponde il succo di un limone.

Bene, adesso inumidite prima i capi con acqua fredda, dopodiché spruzzate su tutti i tessuti questa soluzione, cercando di impregnarli per bene.

Lasciateli poi in ammollo in acqua fredda e due cucchiai di balsamo per 3 ore. Finito il tempo, procedete con il normale lavaggio.

Come recuperare un maglione infeltrito e rimpicciolito?

Mettete il maglione in ammollo in acqua fredda e 3 bicchieri d’aceto. Lasciate per qualche ora e dopo strizzate con delicatezza.
L’aceto permetterà al maglione di allargare per bene le fibre.

Come allargare un maglione ristretto in lavatrice?

Inumidite il maglione con acqua fredda, successivamente passateci sopra una noce di balsamo e lasciatelo in ammollo oppure mettete in lavatrice impostando un lavaggio delicato e a temperature basse.

Cosa fare se si restringe un maglione di lana?

Se si restringe la lana, dovrete metterla in ammollo in acqua fredda e 3 bicchieri d’aceto, oppure nel latte vaccino.
Un altro metodo efficace è il succo di limone oppure una noce di balsamo per capelli.

Come lavare i maglioni per non farli infeltrire?

Vi consiglio anzitutto di leggere bene le etichette di lavaggio. Poi dedicate un lavaggio solo ai maglioni, oppure lavateli a mano in modo che non subiscano la centrifuga della lavatrice. Usate l’aceto come ammorbidente.

Come allargare un vestito di lana?

Per allargare un vestito di lana mettetelo in ammollo in 1 litro d’acqua e mezzo litro d’aceto, in questo modo le fibre del vestito si distenderanno e di conseguenza sarà più largo.

Avvertenze

Ricordate che i capi infeltriti sono molto delicati, per cui è necessario agire con cautela. Inoltre è necessario consultare prima le etichette con indicazioni di lavaggio.