pulire-scolapiatti

Come pulire lo scolapiatti della cucina con questi ingredienti naturali!

Lo scolapiatti è fondamentale nella nostra cucina, poiché “accoglie” i nostri piatti lavati, talvolta ancora bagnati, e li tiene in ordine.

Dal momento, però, che è in continuo contatto con l’acqua dei piatti, è spesso soggetto alla formazione di sporco, calcare o, addirittura, muffa.

Per questo, oggi vedremo insieme come pulire lo scolapiatti della cucina utilizzando solo rimedi naturali e casalinghi!

Prima di iniziare

Prima di procedere con la pulizia del vostro scolapiatti, ci sono degli accorgimenti che è bene seguire! Innanzitutto, vi consigliamo di smontarlo sempre, così da poter effettuare una pulizia approfondita del vostro scolapiatti.

Inoltre, vi ricordiamo di farlo sempre asciugare completamente prima di rimontarlo per evitare la formazione di muffe, dovuta all’eccessiva umidità.

Infine, accertatevi sempre della tipologia di materiale di cui è fatto il vostro scolapiatti, in quanto sono previsti ingredienti differenti. E ora…passiamo all’azione!

In metallo

Partiamo dalla pulizia dello scolapiatti di metallo, tra quelli più gettonati per la sua resistenza. In questo caso, vi consigliamo di utilizzare il bicarbonato di sodio, un ingrediente noto a partire dalle nostre nonne per le sue proprietà pulenti e sgrassanti.

Vi basterà cospargere il bicarbonato su tutta la superficie dello scolapiatti e aggiungere, poi, un po’ di acqua calda fino a formare una sorta di pasta. Servitevi, poi, di una spugnetta e strofinate la pasta eseguendo movimenti circolari.

Ah dimenicavo... se ti piacciono i miei rimedi naturali puoi riceverli ogni giorno direttamente su WHATSAPP, così non te ne perderai neanche uno! Ecco come fare.. ti aspetto!

A questo punto, lasciate agire il composto per 20 minuti. Infine, risciacquate abbondantemente con acqua, dopodiché asciugate.

Se lo sporco e le macchie sono molto ostinate, allora aggiungete anche l’aceto bianco, un altro ingrediente in grado di prevenire anche la formazione delle muffe.

Diluite, quindi, una tazza di bicarbonato di sodio in un bicchiere di aceto e versate la miscela così ottenuta sullo scolapiatti. Lasciate agire per 30 minuti, dopodiché, strofinate con una spugna morbida o con uno spazzolino e risciacquate. Infine, asciugate bene il tutto.

N.B Vi raccomandiamo di non utilizzare spugne abrasive perché potrebbero graffiare il metallo.

In legno

In caso abbiate lo scolapiatti in legno, è bene che sappiate che questo materiale richiede un po’ più di attenzione, ma, anche in questo caso, i nostri rimedi non deludono mai!

Realizzate, quindi, una soluzione formata da un litro di acqua tiepida e 200 ml di aceto bianco e vaporizzatela direttamente sulla superficie, avendo cura di non immergere mai lo scolapiatti completamente in acqua.

Lasciate agire per circa 20 minuti, dopodiché risciacquate lo scolapiatti e lasciatelo asciugare completamente. Vi consigliamo di lasciarlo asciugare al sole così da prevenire in maniera più efficace la formazione di muffa.

N.B Vi raccomandiamo di non utilizzare mai solo l’aceto, ma di diluirlo sempre con l’acqua.

In plastica

Infine, vediamo come fare per pulire, invece, lo scolapiatti di plastica, i quali hanno una superficie abbastanza porosa, per cui le impurità tendono ad annidarsi più in profondità.

In questo caso, vi consigliamo di combinare insieme il potere sgrassante e anticalcare del bicarbonato e del succo di limone.

Spargete, quindi, il bicarbonato sulla superficie del vostro scolapiatti e aggiungete, poi, il succo di limone. Dopodiché, utilizzate una spugnetta o uno spazzolino per strofinare in particolare sui punti in cui sono presenti delle macchie.

Infine, risciacquate con acqua abbondante e asciugate accuratamente con un panno morbido.

Avvertenze

Vi consigliamo di consultare sempre prima le etichette di produzione prima di provare i rimedi suggeriti.

Come togliere il calcare dal portaposate?

Per rimuovere il calcare da portaposate di plastica, vi basterà unire l’acqua e l’aceto in parti uguali e metterli in uno spray. Vaporizzate, quindi, la miscela così ottenuta sulla superficie e lasciate agire. Infine, risciacquate.

Come togliere il calcare ostinato dall’ acciaio?

Per rimuovere il calcare ostinato dall’acciaio, vi basterà realizzare una soluzione composta da bicarbonato sciolto e acqua calda. Versatela sulla superficie e strofinate. Infine, sciacquate e asciugate. a

Come eliminare le spore della muffa?

Per eliminare le spore della muffa potete usare dei prodotti a base acida quali aceto, acido citrico, limone e quant’altro.
Vi basterà mettere su un panno uno di questi prodotti e strofinare delicatamente sulla macchia.

Cosa succede se si forma la muffa?

Una piccola quantità di muffa può essere rimossa in modo veloce ed efficace.
Se invece si forma una macchia molto grande, può danneggiare non solo l’ambiente ma anche l’aria che si respira, per cui è necessario rivolgersi ad un esperto.

Come pulire lo scolapiatti in acciaio dal calcare?

Per pulire lo scolapiatti in acciaio dal calcare, potete miscelare una tazza di bicarbonato di sodio in un bicchiere di aceto bianco. Bagnate, quindi, lo scolapiatti con l’acqua calda, aggiungete la miscela e lasciate agire per 30 minuti. Strofinate, poi, con una spugna morbida e risciacquate con l’acqua.