pulire-cucina-aceto-alcol

La tua Cucina torna come nuova se usi l’Aceto d’Alcol

Nel mondo dei rimedi naturali ci sono tantissimi prodotti che possono essere sfruttati al meglio e spesso ci sorprendono per la loro efficacia!

D’altro canto ci sono ingredienti che diventano veri e propri protagonisti nelle pulizie domestiche e a cui non sappiamo rinunciare.

Tra questi non posso evitare di nominare l’aceto bianco d’alcol! Oggi vedremo come usarlo in cucina per farla diventare come fosse nuova!

Attenzione! Vi ricordo che l’aceto d’alcol non può andare su superfici come marmo o pietra naturale.

Per l’acciaio

Se vi dovessi consigliare un metodo infallibile per far brillare l’acciaio, l’aceto bianco d’alcol sarebbe la prima scelta!

Questo prodotto ha il potere di far brillare gli elementi in acciaio come non mai e sgrassa a fondo anche le macchie più difficili.

Tutto quello che dovrete fare è mettere un po’ d’aceto direttamente sulla spugna e strofinare a fondo con il lato non abrasivo.

In alternativa preparate un composto riempiendo 3 parti di un vaporizzatore con aceto e la restante parte con acqua, aggiungete anche il succo di 1 limone ben filtrato.

Ah dimenicavo... se ti piacciono i miei rimedi naturali puoi riceverli ogni giorno direttamente su WHATSAPP, così non te ne perderai neanche uno! Ecco come fare.. ti aspetto!

Vaporizzate il composto su lavello e piano cottura, sgrassate e risciacquate…vedrete che pulito!

Mobili in legno

Anche i mobili in legno della cucina necessitano una cura costante perché tendono ad accumulare il vapore dell’acqua e delle pietanze che si cucinano.

Ebbene se volete farli tornare come nuovi dovrete semplicemente inumidire e strizzare un panno in microfibra, poi aggiungere qualche goccia di aceto d’alcol e passatela sui mobili.

Nel caso in cui vi fossero macchie particolarmente ostinate dovrete mettere l’aceto sulla spugnetta ricordando di non usare il lato abrasivo.

In lavastoviglie

In lavastoviglie c’è sempre il bisogno di togliere cattivi odore, calcare e residui di cibo!

L’aceto può dare un ottimo contributo per molteplici fattori, vediamone alcuni:

  • Per far brillare pentole d’acciaio e bicchieri in vetro: basterà vaporizzarne un po’ sulle stoviglie prima di avviare il lavaggio.
  • Per i lavaggi a vuoto: basteranno 2 tazze di aceto sul fondo della lavastoviglie e un lavaggio ad alte temperature.
  • Via i cattivi odori: vaporizzate l’aceto una volta al giorno dopo i lavaggi e tenete la lavastoviglie aperta per un po’ in modo da far evaporare la puzza.

Nel frigorifero

Così come è efficace in lavastoviglie, l’aceto d’alcol è fantastico anche se usato nel frigorifero!

Uno dei metodi più diffusi è per togliere i cattivi odori con una ciotolina piena di prodotto messa nel frigo e lasciata per un giorno intero.

Altra cosa interessante da fare con questo prodotto è sbiancare gli scaffali ingialliti mettendone un po’ su una spugnetta o per fare una pulizia profonda dell’elettrodomestico.

Insomma, potete sbizzarrirvi come meglio credete, l’efficacia sarà sempre ottima!

Per il forno

Concludiamo la schiera di elettrodomestici in cucina con il forno!

Avete presente quando questo si incrosta così tanto da rendere quasi impossibile la rimozione dello sporco?

Beh, sappiate che con l’aceto d’alcol diventa tutto più semplice!

Dovrete semplicemente riempire una ciotola con acqua e 1 bicchiere d’aceto, aggiungete anche delle fette di limone se volete.

Inserite nel forno preriscaldato a 180° e lasciate finché non evapora quasi tutto.

Ora lo sporco sarà ammorbidito e potrete toglierlo facilmente, ricordate di non scottarvi e indossate dei guanti!

Volete preparare un detersivo naturale ed efficace per dire addio allo sporco nel forno? Seguite passo dopo passo i miei consigli nel video preparato per voi!

Piastrelle

Ultimo consiglio per usare l’aceto d’alcol in cucina è per le piastrelle!

Anche queste, come i mobili, accumulano i vapori, gli schizzi di sughi e pietanze varie che poi si depositano formando quegli aloni fastidiosi.

Dunque, per metterle a nuovo dovrete semplicemente mettere dell’aceto su una spugna morbida e passarla sulle piastrelle.

Successivamente risciacquate più volte e vedrete che le piastrelle brilleranno!

Cosa si può fare con l’aceto di alcol?

L’aceto d’alcol si può usare dappertutto, partendo dalla lavatrice fino ai pavimenti. Dovrete solo stare attenti a non usarlo su superfici in marmo o pietra naturale altrimenti rischierete di macchiarle.

Come pulire il forno con aceto di alcol?

Una ciotola piena di acqua e 2 bicchieri d’aceto d’alcol sarà perfetta per pulire il forno. Dovrete metterla nel forno preriscaldato in modo da far ammorbidire l’incrostazione. Poi lasciate intiepidire e ripulite il tutto.

Come pulire i vetri con aceto di alcol?

Riempite un contenitore spray con acqua e aceto in parti uguali, potete aggiungere anche 3 gocce di olio essenziale. Vaporizzate sul vetro e dopo asciugate con un panno in cotone.

Come togliere i cattivi odori con aceto di alcol?

Basterà riempire una ciotolina con il prodotto e posizionarla nelle zone della casa che emanano la puzza. Per potenziare l’azione mangia-odori, mettete anche delle fettine di limone nella ciotola.

Avvertenze

Al fine di non danneggiare o macchiare la cucina, ricordo di provare i rimedi prima in angoli non visibili.