come-liberare-scarico-wc-intasato

Come liberare lo scarico del WC intasato?

Affrontare uno scarico intasato non è proprio la cosa più divertente da fare, ma quando succede, bisogna agire!

Spesso subito si vuole chiamare l’idraulico, ma avete mai provato ad usare prima quale rimedio naturale?

Oggi vi darò dei consigli per liberare lo scarico del WC intasato!

Prima di iniziare

Prima di iniziare a dirvi i rimedi naturali per liberare lo scarico, è importante darvi qualche consiglio per evitare che si intasi spesso il WC:

  • Evitate di gettare continuamente capelli: gli ammassi di capelli e peli, creano delle vere e proprie ostruzioni al passaggio dell’acqua. Quindi è meglio riporre i capelli in un po’ di carta igienica e gettarli nella pattumiera.
  • No alle carte nel WC: spesso per distrazione gettiamo carte di assorbenti, o involucri di nuovi prodotti direttamente nel gabinetto. Questo è davvero sbagliato! Non solo può bloccarlo, ma far risalire anche tutta l’acqua e rifiuti annessi.
  • Attenzione ai cotton fioc: i cotton fioc sono utilizzati spesso in bagno e viene automatico gettarli nel WC, ma questi oggetti possono contribuire ad intasarlo.

Vediamo adesso con quali metodi possiamo liberare lo scarico quando resta intasato!

Aceto e bicarbonato

Una miscela di aceto e bicarbonato è infallibile in questi casi! Tante volte questo rimedio risolve i problemi senza dover ricorrere ad un idraulico.

N.B. Poiché i due ingredienti impiegano un po’ di tempo ad agire, è consigliabile usare il seguente metodo di notte, in modo che possa rimanere nel WC per diverse ore.

Versate un bicchiere di bicarbonato di sodio nel WC, seguito da almeno mezzo litro d’aceto, dopodiché versate mezzo secchio d’acqua calda, facendo molta attenzione a non scottarvi e aspettate tutta al notte. Il giorno dopo non avrete più problemi!

Ah dimenicavo... se ti piacciono i miei rimedi naturali puoi riceverli ogni giorno direttamente su WHATSAPP, così non te ne perderai neanche uno! Ecco come fare.. ti aspetto!

Sale grosso

Anche il sale da cucina è un alleato per sturare lo scarico, la sua azione sgrassante penetrerà nei buchi e li libererà dallo sporco.

Versate 4 cucchiai di sale fino nel water insieme ad un secchio d’acqua bollente. Lasciate agire sempre tutta la notte.

Se desiderate potenziare l’azione pulente di questo metodo, vi consiglio di aggiungere anche 4 cucchiai di bicarbonato di sodio.

Acido Citrico

Anche l’acido citrico è molto utile in casi come questo. Vediamo il suo utilizzo perché questa sostanza è in grado di agire in maniera efficace allo stesso modo del bicarbonato e l’aceto.

Infatti vi consiglio di unire il bicarbonato all’acido citrico per un’efficacia migliore: vi basterà versare nello scarico mezzo bicchiere d’acido citrico e mezzo bicchiere di bicarbonato.

Lasciate agire per tutta la notte e il giorno dopo vedrete che tutti i tubi si saranno liberati!

Soda da bucato

La soda da bucato è un elemento che ci riporta davvero indietro nel tempo! Le nostre nonne, infatti, la usavano per il bucato e per le pulizie della casa.

Si tratta di una polvere (il carbonato di sodio) sgrassante, sbiancante e anti-odore, dunque delle proprietà molto simili al nostro caro bicarbonato.

Per usarla, versate anche in questo caso 4 cucchiai nel water insieme ad acqua calda o bollente e lasciare agire per una notte intera.

Stampella per abiti

Quando vi cade un oggetto nel water, dopo è una vera noia doverlo recuperare! Specialmente quando ci rifiutiamo (giustamente) di utilizzare le mani.

In questo caso ci viene in aiuto la stampella per abiti in fil di ferro. Quel tipo di stampella è facilmente modellabile, quindi tutto quello che dovrete fare è piegarla fino a farle assumere la forma di un uncino.

In questo modo potrà andare in profondità e dovreste riuscire a recuperare l’oggetto tirando mano mano. Se non ci riuscite, è consigliabile uno sturalavandini o l’aiuto di un esperto.

N.B. La stampella potrebbe graffiare le pareti del WC, quindi avvolgetela con un panno non troppo doppio.

Avvertenze

Assicuratevi sempre che questi metodi non possano danneggiare il materiale di cui è composto il WC.