Tutte noi amiamo avere un bucato bianco, pulito e splendente senza macchie o aloni, in quanto sembra rievocarci una sensazione di igiene e di pulizia profonda.

Purtroppo, però, questo non sempre accade: con il passare del tempo, infatti, anche i capi più bianchi tendono ad ingiallirsi e a perdere il loro candore originario.

Ma non dovrete più preoccuparvi: esistono, infatti, dei rimedi naturali in grado di rendere il vostro bucato bianco in maniera facile e veloce. Vediamoli insieme!

Aceto

Quando si parla di ingredienti in grado di sbiancare i capi e riportarli alla loro bellezza originaria, non si può non citare l’aceto bianco, il quale vanta proprietà sbiancanti e sgrassanti.

Per provarlo, tutto ciò che dovrete fare è riempire una bacinella di acqua calda e versare, poi, 1 bicchiere di aceto bianco al suo interno.

A questo punto, non vi resta che immergere i vostri capi nella soluzione così ottenuta e lasciarli in ammollo per qualche ora o anche per tutta la notte.

Infine, procedete al comune lavaggio e voilà: il vostro bucato sarà bianco come non mai!

Limone

Un altro ingrediente noto a partire dalle nostre nonne proprio per le sue proprietà sbiancanti naturali è il limone.

In questo caso, quindi, tagliate un paio di limoni a fette, versateli in una pentola contenente acqua e portate tutto ad ebollizione.

Travasate la miscela così ottenuta in una bacinella, facendo molta attenzione a maneggiare l’acqua bollente, e immergete, poi, al suo interno il vostro bucato ingiallito da lavare.

Lasciatelo in ammollo per qualche ora, dopodiché risciacquatele e il gioco è fatto!

Bicarbonato

Se c’è un ingrediente che avete in dispensa utile per gran parte delle incombenze domestiche, questo è il bicarbonato di sodio, il quale è delicato ma al contempo vanta mille proprietà.

Versate, quindi, tre cucchiai in una bacinella contenente acqua calda e lasciate poi i vostri indumenti in ammollo.

Per un effetto più efficace, potete anche diluire mezzo bicchiere di aceto. Infine, risciacquate e procedete con il comune lavaggio.

Percarbonato di sodio

Oltre al bicarbonato, potete utilizzare anche il percarbonato di sodio, un ingrediente ecologico, quasi “parente” del bicarbonato, che ha proprietà sbiancanti e pulenti, tali da rendere il bucato più bianco senza l’utilizzo della candeggina.

Per beneficiare delle sue proprietà, però, bisogna ricordare che il percarbonato si attiva ad alte temperature e che la temperatura ideale è 50°.

Per il lavaggio a mano, seguite il dosaggio indicato sulla confezione in base alla quantità di acqua che userete. Lasciate, poi, in ammollo i capi anche per un’intera notte e al mattino risciacquateli.

Per il lavaggio in lavatrice, invece, vi basterà 1 misurino da aggiungere direttamente nel cestello, come additivo: le macchie gialle saranno solo un brutto ricordo!

N.B Il percarbonato è indicato sia per i panni bianchi che per quelli colorati, ma bisogna evitarne l’utilizzo per tessuti in microfibra, rayon, lana e seta. Inoltre, è consigliabile usare sempre i guanti.

Latte freddo

Per quanto il latte possa sembrare un rimedio molto strambo, in realtà risulta essere molto efficace per sbiancare i capi. Del resto, si dice: bianco come il latte!

Vi basterà, quindi, immergere i vostri indumenti in una bacinella riempita con il latte e lasciarli in ammollo per qualche ora. Dopodiché, procedete al lavaggio e lasciateli asciugare.

Ovviamente, vi consigliamo questo rimedio solo in caso di pochi capi o di capi di piccole dimensioni per evitare uno spreco eccessivo del latte.

Acqua ossigenata

Anche se l’acqua ossigenata non è un ingrediente propriamente naturale, ha un approccio totalmente ecologico, per questo lo consigliamo in caso di macchie gialle molto ostinate.

Anche in questo caso, vi basterà aggiungere un cucchiaio in una bacinella contenente acqua calda e aggiungere i capi. Lasciateli, poi, in ammollo per circa mezz’ora.

Per une effetto sbiancante più efficace, potete anche aggiungere un cucchiaio in lavatrice per ogni lavaggio e il gioco è fatto!

N.B Ricordatevi, però, di utilizzarla solo sui capi bianchi, perché potrebbe sbiadire le tonalità di quelli colorati. Inoltre, utilizzate l’acqua ossigenata a basse concentrazioni, perché quella a concentrazioni elevate potrebbe essere tossica.

Aspirina

Infine, ecco a voi un ultimo rimedio molto efficace seppure vi potrà sembrare alquanto insolito: l’aspirina, la cui effervescenza produce una reazione chimica a contatto con l’acqua in grado di disincrostare e sgrassare.

Aggiungete, quindi, 3 aspirine tritate da 500 mg l’una e lasciatela sciogliere in una bacinella contenente circa 2 litri di acqua molto calda.

Dopodiché, immergete i capi da sbiancare e lasciateli in ammollo per circa sei ore o per tutta la notte.

Infine, risciacquate il tutto e procedete con il normale lavaggio: il vostri capi ingialliti saranno candidi come appena comprati!

Avvertenze

Consultate sempre le etichette per trovare le modalità di lavaggio ottimali. Non utilizzare questi rimedi sui capi colorati.