come-togliere-aloni-pavimenti

Come togliere gli aloni dai pavimenti?

Dopo una bella pulita a tutta la casa, arriva sempre l’ultima cosa da fare: lavare i pavimenti!

Questo è un passaggio fondamentale per donare lucentezza all’ambiente e profumarlo di buono.

Tuttavia può capitare a volte che, nonostante abbiamo messo molta attenzione nel pulirli, suo pavimenti si formano degli aloni.

In quel caso dobbiamo agire quanto prima per rimuoverli, vediamo come togliere gli aloni dai pavimenti!

Pavimenti in marmo

Sappiamo bene che il marmo è una pietra molto particolare, in quanto rischia di macchiarsi facilmente.

In caso di aloni sui pavimenti in marmo, quindi, bisogna agire con delicatezza perché possiamo rischiare di usare prodotti non efficaci.

N.B. Ricordate che il marmo non deve assolutamente andare in contatto con sostanze acide, perché rischia di rovinarsi irreversibilmente.

Il Sapone di Marsiglia in questo caso svolge un’azione sgrassante, ma allo stesso tempo delicata per questo materiale, unito poi al bicarbonato di sodio, può essere perfetto per eliminare gli aloni.

Ah dimenicavo... se ti piacciono i miei rimedi naturali puoi riceverli ogni giorno direttamente su WHATSAPP, così non te ne perderai neanche uno! Ecco come fare.. ti aspetto!

Riempite un secchio d’acqua tiepida e versate 1 cucchiaio di bicarbonato e 1 cucchiaio e mezzo di sapone di Marsiglia liquido o a scaglie.

Usate un panno in microfibra per lavare sulla parte interessata. Potete scegliere questa soluzione anche per il lavaggio quotidiano, così siete sicuri di non avere mai aloni.

Pavimenti in gres o ceramica

Per i pavimenti in gres o ceramica possiamo servirci dell’azione pulente dell’aceto bianco, a differenza del marmo, materiale sul quale non lo possiamo usare.

In caso di aloni, quindi, riempite un secchio d’acqua calda e versate mezzo bicchiere d’aceto bianco di alcol, lavate la zona interessata o l’intera superfice e vedrete che risultato!

Se lo volete usare poi per tutti i giorni, aggiungete anche un cucchiaio di sapone di Marsiglia a scaglie: è importante lavare i pavimenti con un prodotto più abrasivo e un altro più delicato.

Pavimenti in cotto

I pavimenti in cotto sono tra i più resistenti in assoluto, utilizzati prettamente per piastrellare balconi e terrazzi.

Nonostante lavarli non richieda né troppo sforzo né troppa difficoltà, capita che si possono creare degli aloni.

L’ingrediente che fa al caso vostro è l’aceto! Dovrete usare sempre acqua tiepida e versare nel secchio due bicchieri di aceto bianco.

Procedete poi con il lavaggio del pavimento, facendo attenzione ad asciugare per bene. Se infatti asciugate superficialmente non solo resteranno gli aloni, ma anche le macchie d’acqua che verranno assorbite dal pavimento.

Pavimenti in legno e parquet

Ecco arrivati ai pavimenti più delicati di tutti, quelli in legno e parquet. Quest’ultimo è davvero soggetto a formare aloni se non viene pulito bene.

Come ribadito diverse volte, questo tipo di pavimento, soprattutto il parquet, non va lavato ripetutamente e con abbondante acqua, perché penetra nelle fughe e nel legno e potrebbe rovinarsi.

Quindi, la cosa migliore da fare è lucidarlo semplicemente con un panno in microfibra specifico per il parquet e per i pavimenti in legno.

Infatti, meno prodotti utilizziamo, più il nostro pavimento durerà e sarà sempre splendente. Inoltre in questo modo non si formeranno aloni.

Per il lavaggio invece usiamo un cucchiaio di sapone di Marsiglia a scaglie e un cucchiaino di bicarbonato da sciogliere nel secchio d’acqua tiepida.

Avvertenze

Assicuratevi bene del materiale di produzione del vostro pavimento prima di procedere con uno di questi metodi. Inoltre leggete eventuali istruzioni specifiche di lavaggio