pulizia-stendibiancheria

Come pulire lo stendibiancheria?

Quando laviamo il nostro bucato, un ruolo fondamentale lo riveste lo stendibiancheria, il quale ci permette di stendere i nostri capi e di farli asciugare.

Purtroppo, però, essendo collocato all’esterno, questo tende facilmente a sporcarsi e a presentare macchie, dovute all’accumulo di polvere o a tracce di smog e, se non pulito, questo sporco potrebbe essere trasferito sui nostri panni.

Per questo, oggi vedremo insieme come pulire lo stendibiancheria con ingredienti casalinghi e naturali.

In resina

Lo stendibiancheria può essere sia di alluminio che di resina. Pertanto, è importante procedere con la pulizia con gli ingredienti giusti in base al materiale. Innanzitutto, vediamo insieme come smacchiare lo stendibiancheria di resina!

Aceto bianco

Il primo rimedio che vi proponiamo consiste nell’utilizzare l’aceto bianco, il quale è un ingrediente noto proprio per le sue proprietà sbiancanti e pulenti in grado di rimuovere facilmente le macchie più resistenti.

Tutto ciò che dovrete fare, quindi, è mescolare mezzo bicchiere di aceto in un litro di acqua e utilizzare il composto spargendolo direttamente sulla superficie da lavare con un panno, oppure spruzzandolo mediante un comodo vaporizzatore.

Dopodiché, strofinate sulle macchie e risciacquate con acqua fresca: il vostro stendibiancheria sarà libero dallo sporco!

Limone

Oltre all’aceto, è possibile anche utilizzare il limone, noto a partire dalle nostre nonne per il forte potere sbiancante e sgrassante. In questo caso, quindi, vi consigliamo di versare il succo di mezzo limone e 1 cucchiaino di sapone per piatti in un litro di acqua.

Ah dimenicavo... se ti piacciono i miei rimedi naturali puoi riceverli ogni giorno direttamente su WHATSAPP, così non te ne perderai neanche uno! Ecco come fare.. ti aspetto!

A questo punto, strofinate il composto così ottenuto sullo stendibiancheria e risciacquate.

Bicarbonato di sodio

Infine, ecco l’ultimo ingrediente che può venire in vostro soccorso quando dovete pulire lo stendibiancheria in resina: il bicarbonato di sodio, il quale svolge una leggera azione abrasiva in grado di rimuovere tutto lo sporco in maniera delicata.

Vi basterà scioglierne due cucchiai in un litro d’acqua, mescolare e applicare, poi, il composto direttamente sulla macchia. Infine, risciacquate lo stendibiancheria con acqua fresca e il gioco è fatto! 

Alluminio

Una volta visto come pulire lo stendibiancheria di resina, passiamo ora a quello di alluminio, un materiale piuttosto delicato su cui è consigliabile non usare sostanze o prodotti acidi, quali l’aceto e il succo di limone.

La loro base acida, infatti, potrebbe corroderebbe il metallo. Inoltre, è da evitare anche il bicarbonato, poiché essendo una sostanza alcalina potrebbe reagire con l’alluminio e causare la perdita di brillantezza o la formazione di una patina nera. Vi consigliamo, quindi, di usare solo prodotti neutri.

Sapone di Marsiglia

Quando si parla di prodotti neutri e naturali dalle proprietà smacchianti molto delicate, non si può non menzionare il sapone di Marsiglia, il quale è indicato anche per smacchiare il bucato e profumarlo.

In un secchio contenente un litro di acqua calda, quindi, lasciate sciogliere 2 cucchiai di scaglie di sapone e strofinate con una spugnetta l’acqua saponata sullo stendibiancheria

Se, poi, le macchie dovessero essere molto ostinate, potete anche semplicemente utilizzare il sapone di Marsiglia come se fosse una spugnetta e strofinarlo direttamente sulla macchia.

A questo punto, risciacquate e voilà: il vostro stendibiancheria è pronto per “accogliere” i vostri panni!

Sapone giallo

Oltre al sapone di Marsiglia, potete provare anche un’altra tipologia di sapone: il sapone giallo, un panetto di colore giallo, chiamato anche sapone molle potassico, che vanta un potere detergente molto efficace.

Tutto ciò che dovrete fare, quindi, è applicare un po’ di questo sapone appiccicoso su una spugnetta e strofinarla, poi, direttamente sulla macchia o su tutta la superficie dello stendibiancheria. Dopodiché, risciacquate con acqua per rimuovere la schiuma.

Avvertenze

Sebbene i rimedi suggeriti siano delicati e innocui, vi consigliamo di provarli sempre in una zona nascosta del vostro stendibiancheria prima di passare alla pulizia vera e propria.

Come lavare le mollette da bucato?

Tutto ciò che dovrete fare è mettere le mollette da bucato in una bacinella con tre litri d’acqua tiepida, tre cucchiai di aceto e il succo di un limone e lasciarle in ammollo per una decina di minuti, dopodiché risciacquatele.

Come pulire sdraio plastica bianca?

Per pulire la sdraio in plastica, potete diluire due bicchieri di aceto in un secchio di acqua tiepida e utilizzare questa miscela. Il composto dovrebbe pulire sbiancare la plastica, sgrassando residui di sudore ed eliminando lo sporco.

Come togliere il nero dalla plastica?

Lasciate la plastica in ammollo per 15 minuti in una soluzione di acqua e aceto oppure di acqua e bicarbonato di sodio e poi sfregate delicatamente con uno spazzolino o con una spazzola morbida per rimuovere eventuali macchie o tracce di sporco più marcate.

Come pulire le corde per stendere i panni?

Per lavare la corda dove stendete i panni, è consigliabile immergerla in acqua pulita e tiepida (inferiore a 30°C) ed utilizzare un po’ di sapone di Marsiglia. Dopodiché, spazzolatela e risciacquate.

Come fare tornare bianche le sedie da giardino?

Riempite un secchio contenente un litro di acqua calda e lasciate sciogliere al suo interno 2 cucchiai di scaglie di sapone. Utilizzate, poi, l’acqua saponata per pulire i vostri arredi esterni e strofinate energicamente. A questo punto, risciacquate e il gioco è fatto!