Se siete amanti dei rimedi naturali, conoscerete sicuramente l’aceto bianco d’alcol!

Questo è un ingrediente molto efficace quando si tratta di pulire, soprattutto per alcune superfici specifiche come l’acciaio!

C’è chi lo predilige per pulire tante zone del proprio ambiente!

Se non l’avete mai usato o siete curiosi di sapere in che modo lo si può adoperare, non vi resta che scoprire come pulire la casa con l’aceto bianco d’alcol!

Cucina

Iniziamo dalla cucina, un ambiente in cui si fa un uso diffuso di quest’ingrediente perché, come detto poco fa, è molto utile per diversi fattori, vediamo nel dettaglio quali sono!

Acciaio

L’acciaio è il primo elemento che può beneficiare delle proprietà dell’aceto bianco d’alcol!

Piano cottura e lavello, infatti, possono diventare lucidi e puliti in pochissimo tempo se lo si sceglie e vi dirò subito in che modo!

In realtà è molto semplice, dovrete soltanto mescolare acqua calda e aceto in parti uguali e versare poi il tutto in vaporizzatore.

Spruzzate la miscela sulle componenti in acciaio e passate una spugna non abrasiva sopra, strofinando sulle macchie più ostinate.

In seguito risciacquate con acqua calda e vedrete che ottimo risultato!

Lo sapevate? L’aceto è ottimo anche per i lavaggi a vuoto della lavastoviglie!

Piastrelle

Oltre all’acciaio, la parte della cucina che viene particolarmente colpita dallo sporco sono le piastrelle.

Quante volte capita che per preparare dei sughi, gli schizzi vanno dappertutto sporcando l’intera zona?

Ebbene, potete risolvere subito questo problema usando la stessa miscela sopra creata per l’acciaio.

Questa volta, però, non usate una spugnetta, ma soltanto un panno in microfibra inumidito con acqua per non rischiare di graffiare le piastrelle.

N.B. L’aceto non può essere messo su marmo e pietra naturale, per cui non usate questo rimedio se avete le piastrelle di questo materiale.

Bagno

Una volta viste le zone della cucina dove possiamo usare l’aceto bianco d’alcol, passiamo al bagno!

Anche in questo caso parliamo di un ambiente che si sporca con una facilità quasi immediata e di sicuro facciamo di tutto per tenerlo sempre pulito e come nuovo!

Rubinetti

I rubinetti risentono molto del calcare, specie quando l’acqua fuoriesce dalla base e si deposita formando quelle macchie nere.

L’aceto può risolvere questo problema data la sua grande proprietà sgrassante!

Versate quindi l’aceto direttamente su un panno e passatelo su tutti i rubinetti del bagno.

Fate agire per circa 10 minuti, in seguito passate anche una spugnetta per strofinare, ricordando di usare la parte non abrasiva.

Risciacquate ed ecco fatto!

Ceramiche

Le ceramiche del bagno sono sempre da tenere pulite a pennello per non rischiare l’accumulo di muffa o di aloni gialli.

Proprio quando vediamo lo sporco ostinato, l’aceto bianco d’alcol viene in nostro soccorso!

Per iniziare spargete un po’ d’aceto sul fondo del WC per eliminare o contrastare gli eventuali aloni gialli che si formano.

Mettete poi l’aceto direttamente sulla spugnetta e passate al lavaggio approfondito dei sanitari, ricordando di pulire bene anche la base.

Risciacquate poi con un panno in microfibra.

Doccia

In ultimo vediamo come pulire la doccia con l’aceto bianco d’alcol!

Credo che siamo tutti d’accordo se affermo che la doccia è la parte del bagno che più impiega tempo e fatica.

Calcare, residui di prodotti per la bellezza e muffa sono all’ordine del giorno, per non parlare dei vetri!

Bene, tutti questi problemi che si riscontrano quotidianamente possono essere risolti con l’ingrediente fantastico in questione!

Riempite un contenitore spray con 2 parti d’aceto e 1 d’acqua calda.

Vaporizzate su tutte le zone della doccia e fate agire per 15 minuti. Successivamente usate la spugnetta per togliere le macchie e risciacquate!

N.B. Anche in questo caso vi ricordo che l’aceto non può andare sul marmo e sulla pietra naturale.

Pavimenti

Passiamo adesso ai pavimenti!

Questi possono diventare splendenti grazie all’aiuto dell’aceto, il procedimento è semplicissimo.

Non usate il rimedio su marmo e pietra naturale.

Dovrete riempire un secchio con capacità di almeno 5 litri, vi consiglio l’acqua calda così da ottenere un effetto migliore.

Inserite poi mezza tazza d’aceto bianco all’interno e lavate facendo una prima passate con abbondante acqua e poi asciugando man mano.

Vetri

Infine non potevano mancare i vetri!

Ebbene sì, anche in questi caso l’aceto potrebbe rivelarsi la scelta migliore, dato che li renderà brillanti e lucenti in pochissimo tempo!

Procuratevi un vaporizzatore e riempitelo d’acqua, aggiungete poi mezza tazza d’aceto e il succo di un limone se volete spargere anche un buon profumo.

Spruzzate il composto sui vetri e asciugate con un panno asciutto in cotone o in microfibra.

Questo metodo, infatti, non prevede il risciacquo!

Avvertenze

Vi ricordo ancora una volta che l’aceto non può andare su marmo e pietra naturale. Inoltre provate i rimedi prima su angolini nascosti di ogni zona.