Le fughe dei pavimenti sono una delle zone della casa dove si formano maggiormente i batteri. Questo col tempo tende a renderle nere e spesso pulirle è una vera fatica!

Una pulizia costante, tuttavia, aiuta a prevenire quel nero tanto odiato e rende meno impegnativo ogni lavaggio. Più aspetterete, più tempo ci vorrà a rimuovere lo sporco.

Proprio per questo oggi vi consiglio 4+1 rimedi naturali per pulire le fughe dei pavimenti e averle sempre perfette!

Bicarbonato

Il bicarbonato è alla base dei rimedi naturali, la sua azione sbiancante vi faciliterà la fuoriuscita di tutto lo sporco intrappolato nelle fughe e preverrà anche l’accumulo di germi e batteri.

Una soluzione semplice per usarlo è preparare una pasta unendo il bicarbonato all’acqua. Per le quantità, regolatevi in base alla superficie da pulire, tuttavia considerate che per tre cucchiai di bicarbonato va versato un cucchiaio di acqua calda.

Spalmate quindi il composto sulle fughe e lasciate agire per almeno mezz’ora, in seguito passate al lavaggio del pavimento. In caso di sporco ostinato, strofinatele aiutandovi con uno spazzolino da denti, dopodiché risciacquate e avrete le fughe completamente pulite!

Aceto di mele

Anche se a volte si prediligono altri tipi di aceto come quello bianco o di vino, l’aceto di mele è molto efficace e nel caso delle piastrelle ve lo consiglio in quanto possiede un ottimo odore e profumerà la vostra casa!

Vi servirà 1/2 tazza di aceto di mele e 1/2 tazza d’acqua tiepida, unite i due liquidi e strofinate le fughe con uno spazzolino. Dopo potrete procedere direttamente con il lavaggio del pavimento.

N.B. Non utilizzate questo metodo se avete pavimenti in marmo o in pietra naturale, rischiereste di macchiarlo.

Percarbonato di sodio

Il percarbonato di sodio ha una forte azione sbiancante, infatti viene utilizzato soprattutto in lavatrice per togliere le macchie più difficili, ma possiamo sceglierlo anche per pulire le fughe.

Questo ingrediente attiva la sua proprietà pulente quando si trova ad alte temperature, per cui è necessario scioglierlo in acqua calda. Per le quantità, il procedimento è lo stesso del bicarbonato. Lasciate agire il composto per 20/30 minuti e dopo sciacquate più volte.

Sapone di Marsiglia e bicarbonato

Unito al bicarbonato, il Sapone di Marsiglia rafforzerà lo sbiancamento delle fughe e vi garantirà non solo delle piastrelle pulite, ma anche una casa dall’odore inebriante!

Tagliate a scaglie 1/2 panetto di sapone e ricopritelo con 400 g di bicarbonato, unite l’acqua a filo fino ad ottenere un composto denso. Spargetelo sulle fughe e lasciate agire per più di un’ora, dopo rimuovete il composto e procedete con il lavaggio del pavimento.

Acqua ossigenata

Ultimo consiglio è l’utilizzo di acqua ossigenata. Lasciata agire per tanto tempo, infatti, vi aiuterà a rendere bianche le fughe.

Prendete un flacone di acqua ossigenata a 10 volumi (ovvero quella al 3% che viene venduta dalle farmacie e che si utilizza in casa), spargetela sulle fughe e lasciate agire per un’intera notte, dopodiché lavate il pavimento con abbondante acqua.

Per rafforzare l’azione pulente, potete unire acqua ossigenata e amido di mais o fecola di patate creando sempre una pasta da strofinare sulle fughe.

Avvertenze

Provate questi metodi prima in un’area nascosta del pavimento, per evitare la comparsa di macchie. Inoltre è consigliabile consultare le indicazioni della casa produttrice.