pulire-casa-aceto

Come pulire tutta la casa con l’aceto

Tra gli ingredienti naturali che vengono usati in casa, ci sono sicuramente quelli che consumiamo maggiormente perché molto efficaci.

Uno di questi è senza dubbio l’aceto, un elemento in grado di pulire gran parte delle superfici senza troppo sforzo.

Esso ha diverse proprietà, da quella anticalcare a quella anti-odore. Insomma, è una vera e propria risorsa nel quotidiano!

Oggi, infatti, vedremo insieme come pulire tutta la casa con l’aceto!

N.B. L’aceto non può essere usato sulle superfici in marmo e pietra naturale, per cui evitate i seguenti metodi nel caso abbiate superfici di questo materiale.

In Cucina

Iniziamo a scoprire l’utilizzo dell’aceto in cucina, dal momento che è proprio in questa zona che viene usato maggiormente!

Acciaio

Prima tra le superfici che solitamente vengono pulite con l’aceto è l’acciaio!

Ad oggi, probabilmente, non esiste un rimedio naturale più efficace dell’aceto per pulire il piano cottura ed il lavello in acciaio.

Ah dimenicavo... se ti piacciono i miei rimedi naturali puoi riceverli ogni giorno direttamente su WHATSAPP, così non te ne perderai neanche uno! Ecco come fare.. ti aspetto!

Questo perché oltre all’azione pulente, l’aceto fa brillare questo tipo di superfici come se fossero nuove!

Se volete usarlo, tutto quello che dovrete fare è riempire un contenitore spray metà con aceto e metà con acqua.

Per rendere il tutto ancora più efficace potete aggiungere il succo filtrato di un limone grande.

Vaporizzate il composto su lavello e piano cottura e iniziate a strofinare con il lato non abrasivo. Quando risciacquerete, vedrete che sarà tutto lucido e splendente!

Piastrelle

Le piastrelle della cucina si sporcano con una facilità incredibile, soprattutto quando prepariamo dei sughi molto conditi o il ragù.

Avere le piastrelle sporche non è proprio sintomo di pulizia, soprattutto se queste sono bianche e dunque le macchie si notano a vista d’occhio.

Per pulirle, potete mettere un po’ d’aceto direttamente sulla parte non abrasiva della spugnetta e poi strofinare fino a togliere le macchie.

Risciacquate poi con un panno in microfibra ed ecco fatto!

Stoviglie

A chi non piace avere delle stoviglie sempre lucide e brillanti?

Soprattutto se si tratta di pentole in acciaio e bicchieri, tutto quello che desideriamo quando li laviamo è averli splendenti.

Ebbene, sappiate che con l’aceto potete riuscire nel vostro intento in poco tempo!

Potete mettere 1 bicchiere d’aceto nella vaschetta del lavello che riempite con l’acqua oppure potete vaporizzarne un po’ su tutte le stoviglie prima di lavarle.

Vedrete che ottimo risultato!

Bagno

Dopo aver visto come usare l’aceto per pulire la cucina, passiamo al bagno.

Il bagno è uno spazio della casa che necessita della nostra costante cura e attenzione per fare in modo che si accumuli lo sporco e i cattivi odori.

Rubinetti

I rubinetti del bagno sono quelli che, ahimè, vengono colpiti spesso e volentieri dal calcare e dalle macchie d’acqua.

In un niente si possono formare insediamenti di sporco soprattutto dietro e alla base di questi.

Con l’aceto, tuttavia, si possono risolvere questi problemi se usato costantemente!

Non dovrete fare altro che mettere l’aceto direttamente sulla spugnetta e iniziare a strofinare leggermente per togliere tutte le macchie.

Nel caso in cui il calcare fa fatica a venir via, vi consiglio di vaporizzare l’aceto sui rubinetti e di lasciarlo in posa per circa 15 minuti.

In seguito risciacquate e vedrete che sarà tutto brillante!

Usate questo metodo anche per il miscelatore della doccia.

Sanitari

Passiamo adesso ai sanitari, le componenti del bagno che si lavano anche più volte al giorno per tenerli sempre puliti in modo efficace.

L’aceto per le ceramiche del bagno è di grande aiuto per evitare aloni gialli nel WC, per contrastare il calcare e per renderle più bianche e lucide.

Il procedimento è simile a quello precedentemente descritto per i rubinetti: potete scegliere di metterlo direttamente sulla spugnetta o di vaporizzarne un po’ su tutti i pezzi.

Ricordate di sciacquare per bene con un panno in microfibra.

Doccia

In ultimo vediamo come pulire la doccia con l’aceto!

Non c’è dubbio che si tratta della parte meno gradita da pulire, anzitutto perché la doccia nella maggior parte dei casi non ci permette di muoverci come vorremmo e poi perché lì c’è davvero tanto calcare.

Ebbene io oggi vi dirò che con l’aceto sarà tutto più semplice!

Se avete le piastrelle, il fondo, il miscelatore e il soffione della doccia molto incrostati, prendete un contenitore spray, versate tre parti di aceto e uno d’acqua bollente.

Vaporizzate in tutta la doccia e aspettate una ventina di minuti per far agire al meglio, dopodiché con una spugna togliete via lo sporco e risciacquate.

La vostra doccia sarà come nuova!

Vetri

Tra le proprietà dell’aceto, abbiamo menzionato la sua capacità di rendere tutto più lucente ed è per questo che risulta essere l’ideale per i vetri!

Quello che dovrete fare in questo caso è preparare una miscela con acqua e aceto in parti uguali, regolatevi in base a quanta ve ne serve.

Immergete poi un panno nel composto e passatelo sui vetri, successivamente asciugate bene e vedrete che non ci sarà la minima traccia di alone!

In alternativa potete mettere il tutto in un vaporizzatore per rendere la pulizia più veloce e pratica.

Pavimenti

Infine passiamo ai pavimenti!

N.B. In questo caso vi ricordo ancora una volta che l’aceto non può essere usato su marmo o pietra naturale.

Per lavare i pavimenti con l’aceto vi basterà semplicemente aggiungerne mezza tazza al secchio d’acqua.

Nel caso in cui non gradite l’odore, potete aggiungere qualche goccia di olio essenziale nel secchio o aprire balconi e finestre. Vedrete che la puzza andrà via in pochissimo tempo!

Avvertenze

Non usate l’aceto in caso di ipersensibilità o allergie. Ricordo, inoltre, di evitarlo sulle superfici già indicate in precedenza come marmo e pietra naturale.